Quanto spesso lavi le mani? Ecco tutte le occasioni in cui si dovrebbe assolutamente fare

Ecco i 7 momenti in cui si dovrebbero assolutamente lavare le mani secondo uno studio della Royal Society for Public Health britannica

Lavarsi le mani è il gesto più semplice ed efficace per proteggere la propria e l'altrui salute, ma purtroppo molto spesso viene trascurato.

Secondo un rapporto della Royal Society for Public Health britannica, una persona su quattro non dà sufficiente importanza alla pulizia della casa. 

Questo studio ha poi individuato i 7 momenti in cui si dovrebbero assolutamente lavare le mani

Eccoli qui:

  • prima di preparare e/o maneggiare il cibo;
  • dopo aver portato fuori la spazzatura;
  • dopo aver assistito familiari affetti da infezioni;
  • dover aver curato/toccato un animale domestico;
  • dopo essere stati in bagno;
  • dopo aver starnutito;
  • dopo aver maneggiato strofinacci e spugne sporche.

Gli autori hanno dichiarato inoltre che il 23% delle 2mila persone intervistate è convinto che i bambini abbiano bisogno di essere esposti a germi pericolosi per costruire e rinforzare il proprio sistema immunitario. Una credenza potenzialmente pericolosa, che può portare all'esposizione a infezioni pericolose.

Secondo gli esperti, per lavarsi correttamente le mani è importante tenerle sotto il getto d’acqua per almeno 20 secondi, sfregandole bene con l’aiuto del sapone. Inoltre, bisogna sempre pulire le superfici della cucina e del bagno, e cambiare frequentemente stracci, spugne e salviette.

Non tutti i deodoranti sono uguali: ecco come scegliere quello giusto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

  • Coronavirus, oltre 300 contagiati nel Cesenate. In Emilia Romagna sono più di 12mila

  • Centinaia di imprese chiedono di restare aperte: la prefettura sospende le prime 184 per "attività non essenziale"

  • Sono 740 i positivi in provincia, Cesena piange la sesta vittima del Coronavirus

Torna su
CesenaToday è in caricamento