rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
/~shared/avatars/12796875019181/avatar_1.img

Marino Savoia

Rank 7.0 punti

Iscritto sabato, 27 giugno 2015

"Semaforo pericoloso, rischio di essere investita in bicicletta. Serve un cartello"

"Il problema è conosciuto per averlo io stesso fatto presente una decina di anni fa. Segnalo che sono pochi i ciclisti che scendono dalla bici in direzione c.so Sozzi quando scatta il verde per i ciclisti. Se fai l' attraversamento in sella alla bici è andare contromano che è vietato dal C.d.S. In senso inverso verso c.so Cavour quando scatta il verde del semaforo centrale puoi attraversare pedalando essendo la bici un veicolo. Provenendo da destra per i veicoli che svoltano in v.le Carducci hai la precedenza. Purtroppo si rischia di essere investiti dai veicoli, per una errata interpretazione del C.d.S. Gli automobilisti, pensano che il ciclista debba attraversare solo con bici condotta a mano quando scatta il verde semaforico per i pedoni e i ciclisti. Per evitare incidenti e C.d.S. permettendo. fare obbligo ai ciclisti di attraversare solo sulle strisce pedonali con bici condotta a mano. Si pone una domanda: perché il ciclista, in sella al veicolo, deve scendere ad ogni attraversamento regolato da semaforo ciclo-pedonale?"

3 commenti

Sanità, l'Ausl Romagna vara il piano contro le liste d'attesa: visite in 30 giorni

"Quella di far pagare solo il ticket e non il reale costo della prestazione a chi non si presenta alla visita e/o esame specialistico, rientra nel buonismo e garantismo tipico della nostra classe dirigente. Non è solo procurare un danno economico all' ASL, ma collaterali a quelle persone che, dagli esiti tempestivi degli esami, può dipendere il loro stato di salute. Quando anni fa suggerii all'URP dell' ASL di Cesena di procedere in questo senso, mi fu risposto che non era possibile perché non era previsto dalle normative. Il ticket veniva chiesto solo a chi non ritirava gli esami di laboratorio. Spettava, quindi, al direttore generale di ogni singola ASL riferire al sindaco, quale massima autorità politica locale in materia di sanità, di proporlo al Governo della Regione perché legiferasse in merito. Domanda: quanti soldi si sarebbero risparmiati utilizzando al massimo la potenzialità della diagnostica specialistica? Poi, quanti pazienti hanno pagato di tasca loro, pur di conoscere il loro stato di salute? Certamente per la politica, visto che se ne parla da anni, le liste di attesa non erano fra le priorità, anche se la salute è il be ne primario per ricchi e poveri. Aggiungo con una differenza: che il ricco non ha problemi di soldi.
Altro problema, di cui nessuno parla, sono le visite mediche effettuate fuori dalla propria regione. Chi eventualmente non ne fosse a conoscenza deve sapere che la visita medica di base, con costi diversi per regione, non verranno rimborsati dalla ASL di appartenenza. Per esami specialistici fuori regione senza ricovero ospedaliero, non ho informazioni su chi deve pagarli o se verrà rimborsato. Certamente in Regione con queste nuove proposte non hanno scoperto l' acqua calda!!! Sono certo che questi "tagli" alla sanità non miglioreranno l' efficienza - efficacia della sanità in generale. Una analisi a parte dei costi sanitari andrebbe fatta per tutte le prestazioni gratuite elargite a immigrati più o meno clandestini.
Marino Savoia"

2 commenti

Ecco le prime vittime dello Street Scout: 32 multati per "sosta impropria"

"Cosa ne penso? Che spesso i primi a violare le regole del C.d.S. sono proprio coloro che, istituzionalmente, le dovrebbe far rispettare. Andate in via P. M. Caporali, P.zza Amendola, via Quattordici, tanto per fare alcuni esempi dove, quotidianamente, è facile che siano parcheggiate auto della Amm:ne comunale. Il divieto prevede la rimozione forzata in quanto non ci sono deroghe per i mezzi della P.A. Marino"

21 commenti

Ecco le prime vittime dello Street Scout: 32 multati per "sosta impropria"

"In generale, sono favorevole all'uso di strumenti elettronici per il controllo della sicurezza stradale e personale. Le divise, anche se ben visibili, non costituiscono un deterrente contro chi viola le regole che la società civile si è data. Tipico sono quegli automobilisti che ti lampeggiano per avvertirti che c'è una pattuglia nei pressi, dopodichè l'utente della strada rallenta immediatamente, per poi spingere l'acceleratore una volta superata la pattuglia. Dei cinquantini che raggiungono gli ottanta k/H cosa ne pensate? I vigili dovrebbero essere utilizzati nei centri abitati per controllare e multare anche i così detti utenti deboli della strada che, in quanto tali, pensano di poter violare impunemente le regole del C.d.S. Rimango sempre più del parere che governare un popolo di indisciplinati, come siamo noi italiani, sia un compito assai arduo e difficile per chiunque si volesse cimentare. "Governare gli italiani non è difficile, è inutile". Marino"

21 commenti

Tutto pronto per San Giovanni: ecco come muoversi. Potenziato il servizio navette

"Nelle kermesse cittadine ci si dimentica sempre della"mobilità, forse meglio affermare IMMOBILITA' dei DIVERSAMENTE ABILI. Quasi tutti gli stalli per disabili vengono occupati dalle bancarelle e non ci sono fermate bus a norma per disabili in sedia a rotelle. E' più importante il business commerciale e la tassa sull'occupazione suolo pubblico che i diritti di queste persone. Destra e sinistra, politicamente parlando, sono interessati, con valutazioni diverse e divergenti, solo al problema acustico del luna park di v.le Mazzoni."

6 commenti

"Semaforo pericoloso, rischio di essere investita in bicicletta. Serve un cartello"

"Il problema è conosciuto per averlo io stesso fatto presente una decina di anni fa. Segnalo che sono pochi i ciclisti che scendono dalla bici in direzione c.so Sozzi quando scatta il verde per i ciclisti. Se fai l' attraversamento in sella alla bici è andare contromano che è vietato dal C.d.S. In senso inverso verso c.so Cavour quando scatta il verde del semaforo centrale puoi attraversare pedalando essendo la bici un veicolo. Provenendo da destra per i veicoli che svoltano in v.le Carducci hai la precedenza. Purtroppo si rischia di essere investiti dai veicoli, per una errata interpretazione del C.d.S. Gli automobilisti, pensano che il ciclista debba attraversare solo con bici condotta a mano quando scatta il verde semaforico per i pedoni e i ciclisti. Per evitare incidenti e C.d.S. permettendo. fare obbligo ai ciclisti di attraversare solo sulle strisce pedonali con bici condotta a mano. Si pone una domanda: perché il ciclista, in sella al veicolo, deve scendere ad ogni attraversamento regolato da semaforo ciclo-pedonale?"

3 commenti

Sanità, l'Ausl Romagna vara il piano contro le liste d'attesa: visite in 30 giorni

"Quella di far pagare solo il ticket e non il reale costo della prestazione a chi non si presenta alla visita e/o esame specialistico, rientra nel buonismo e garantismo tipico della nostra classe dirigente. Non è solo procurare un danno economico all' ASL, ma collaterali a quelle persone che, dagli esiti tempestivi degli esami, può dipendere il loro stato di salute. Quando anni fa suggerii all'URP dell' ASL di Cesena di procedere in questo senso, mi fu risposto che non era possibile perché non era previsto dalle normative. Il ticket veniva chiesto solo a chi non ritirava gli esami di laboratorio. Spettava, quindi, al direttore generale di ogni singola ASL riferire al sindaco, quale massima autorità politica locale in materia di sanità, di proporlo al Governo della Regione perché legiferasse in merito. Domanda: quanti soldi si sarebbero risparmiati utilizzando al massimo la potenzialità della diagnostica specialistica? Poi, quanti pazienti hanno pagato di tasca loro, pur di conoscere il loro stato di salute? Certamente per la politica, visto che se ne parla da anni, le liste di attesa non erano fra le priorità, anche se la salute è il be ne primario per ricchi e poveri. Aggiungo con una differenza: che il ricco non ha problemi di soldi.
Altro problema, di cui nessuno parla, sono le visite mediche effettuate fuori dalla propria regione. Chi eventualmente non ne fosse a conoscenza deve sapere che la visita medica di base, con costi diversi per regione, non verranno rimborsati dalla ASL di appartenenza. Per esami specialistici fuori regione senza ricovero ospedaliero, non ho informazioni su chi deve pagarli o se verrà rimborsato. Certamente in Regione con queste nuove proposte non hanno scoperto l' acqua calda!!! Sono certo che questi "tagli" alla sanità non miglioreranno l' efficienza - efficacia della sanità in generale. Una analisi a parte dei costi sanitari andrebbe fatta per tutte le prestazioni gratuite elargite a immigrati più o meno clandestini.
Marino Savoia"

2 commenti

Ecco le prime vittime dello Street Scout: 32 multati per "sosta impropria"

"Cosa ne penso? Che spesso i primi a violare le regole del C.d.S. sono proprio coloro che, istituzionalmente, le dovrebbe far rispettare. Andate in via P. M. Caporali, P.zza Amendola, via Quattordici, tanto per fare alcuni esempi dove, quotidianamente, è facile che siano parcheggiate auto della Amm:ne comunale. Il divieto prevede la rimozione forzata in quanto non ci sono deroghe per i mezzi della P.A. Marino"

21 commenti

Ecco le prime vittime dello Street Scout: 32 multati per "sosta impropria"

"In generale, sono favorevole all'uso di strumenti elettronici per il controllo della sicurezza stradale e personale. Le divise, anche se ben visibili, non costituiscono un deterrente contro chi viola le regole che la società civile si è data. Tipico sono quegli automobilisti che ti lampeggiano per avvertirti che c'è una pattuglia nei pressi, dopodichè l'utente della strada rallenta immediatamente, per poi spingere l'acceleratore una volta superata la pattuglia. Dei cinquantini che raggiungono gli ottanta k/H cosa ne pensate? I vigili dovrebbero essere utilizzati nei centri abitati per controllare e multare anche i così detti utenti deboli della strada che, in quanto tali, pensano di poter violare impunemente le regole del C.d.S. Rimango sempre più del parere che governare un popolo di indisciplinati, come siamo noi italiani, sia un compito assai arduo e difficile per chiunque si volesse cimentare. "Governare gli italiani non è difficile, è inutile". Marino"

21 commenti

Tutto pronto per San Giovanni: ecco come muoversi. Potenziato il servizio navette

"Nelle kermesse cittadine ci si dimentica sempre della"mobilità, forse meglio affermare IMMOBILITA' dei DIVERSAMENTE ABILI. Quasi tutti gli stalli per disabili vengono occupati dalle bancarelle e non ci sono fermate bus a norma per disabili in sedia a rotelle. E' più importante il business commerciale e la tassa sull'occupazione suolo pubblico che i diritti di queste persone. Destra e sinistra, politicamente parlando, sono interessati, con valutazioni diverse e divergenti, solo al problema acustico del luna park di v.le Mazzoni."

6 commenti
  • Invio contenuti (generico): 5 Contenuti inviati
CesenaToday è in caricamento