"Superficialità, irresponsabilità o trasparenza?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Ai pesanti giudizi della maggioranza che ci accusa di essere "superficiali e irresponsabili", rispondiamo spiegando che come gruppo di opposizione sentiamo il dovere di offrire una chiave di lettura concreta sull'attività amministrativa fino ad oggi svolta, lasciando ai cittadini la possibilità di farsi un'opinione ed eventualmente dare giudizi.

Siamo consapevoli che i primi mesi di attività sono stati condizionati da una situazione emergenziale per cui l'Amministrazione ha dovuto compiere scelte impopolari sull'imposizione fiscale, quello che però non condividiamo è la trasformazione di quelle scelte preventive ed obbligate in azioni politiche volontarie e strutturali.

Per questo abbiamo sì votato favorevolmente le aliquote IRPEF e TASI, ma con la riserva per cui, in caso di riduzione della sanzione, si sarebbe andati verso una ridistribuzione della pesante imposizione, prevedendo un ritorno ad aliquote inferiori dal 2015.
Allo stesso modo abbiamo condiviso in Consiglio Comunale gli indirizzi sull'affidamento del servizio di macellazione, un percorso cominciato dalla precedente amministrazione, che vede finalmente riconosciuta la qualità del servizio offerto, con la possibilità di accreditamento della struttura. Non condividiamo invece la scelta di aumentare - sempre considerando il quadro generale di imposizione che si è venuto a creare - le tariffe di macellazione, a causa del taglio del contributo comunale (circa 15 mila Euro).
Quello che invece non abbiamo sin dall'inizio condiviso, sono le azioni compiute sui trasporti scolastici. In passato infatti, il servizio veniva gestito con le imposte esistenti mentre oggi viene erogato tramite una nuova tassa, tutt'altro che fantasma, chiesta direttamente alle famiglie che usufruiscono del servizio!
Non condividiamo neppure la conferma dell'aumento delle rette dell'asilo nido con la giustificazione che grazie a questo il servizio erogato sarà migliore. Noi crediamo fermamente che la gestione di un servizio può essere migliorata anche senza passare solo ed esclusivamente per un aumento delle tariffe!
E ancora, non ci convince nemmeno la giustificazione che Baccini ci offre sulla trasformazione del parcheggio adiacente la palestra comunale da gratuito a pagamento. Riteniamo che quel parcheggio, per le sue dimensioni e la posizione a margine del centro, sia adatto a favorire la sosta a servizio del centro storico soprattutto e principalmente se gratuito.
Sui buoni esiti della tassa di soggiorno travestita da "contributo per il buon soggiorno" invece, attendiamo di vedere qualcosa in più del calendario degli eventi.
Infine sul tema dei controlli della PM sulle strade del paese riteniamo che, indipendentemente dai mezzi impiegati, Targasystem o Autovelox, il metodo non sia condivisibile. È vero, anni fa si controllava la E45 ma in tutt'altra modalità, dando la massima informazione ai cittadini (articoli di giornale, volantini, calendarizzazione, ecc.). Oggi leggiamo che in effetti l'Autovelox è stato utilizzato, a cose fatte però: nella sola giornata di sabato 20 dicembre scorso, si dice, come previsto dall'iniziativa "Natale sicuro": iniziativa della Prefettura a cui il nostro Comune avrebbe aderito. Purtroppo l'unica informazione trovata in tal senso è un post sulla pagina Facebook di Visione Comune, non una parola nell'ultimo intervento sulla stampa da parte dell'Amministrazione!

Conoscere e informare, questo per noi è importante. Come gruppo politico infatti cerchiamo di essere sempre a conoscenza dei fatti e per questo ci sentiamo in dovere di informare i nostri concittadini di fronte all'ennesimo tentativo di distogliere l'attenzione dalle nostre osservazioni: l'elevata imposizione fiscale e il relativo gettito non totalmente utilizzato, potevano essere redistribuiti calmierando certe tariffe e garantendo determinati servizi.


In conclusione, stiamo solo chiedendo che i nostri amministratori si assumano la responsabilità delle scelte fatte, mettendo da parte le reazioni spropositate degli ultimi giorni di fronte alle nostre riflessioni sul loro operato e soprattutto senza riportare continuamente in auge lo sforamento del patto di stabilità, questione ormai risolta.

La nostra Sinistra

Torna su
CesenaToday è in caricamento