Volley

Volley, l'Elettromeccanica Angelini aggiunge un altro tassello: ecco una nuova schiacciatrice

L’Elettromeccanica Angelini Cesena aggiunge un altro tassello al proprio organico in vista della stagione 2021/22 in cui disputerà il campionato di serie B1: si tratta di Giulia Favero, classe 2002, schiacciatrice nata a Trieste

L’Elettromeccanica Angelini Cesena aggiunge un altro tassello al proprio organico in vista della stagione 2021/22 in cui disputerà il campionato di serie B1: si tratta di Giulia Favero, classe 2002, schiacciatrice nata a Trieste.

173 cm, Favero inizia a giocare verso i dieci anni nella sua città; dopo soli quattro anni decide di investire più tempo nella pallavolo, spostandosi in altre società per partecipare ai campionati di categoria ma soprattutto per perseguire obiettivi a livello giovanile. Inizia così a prendere il treno quotidianamente per andare ad allenamento: a quattordici anni gioca in serie C, arriva ai Nazionali Under 14 e Under 16 (con San Giovanni al Natisone e poi Fiumicello, tutte società in provincia di Udine). Dal 2018 partecipa per due stagioni al campionato di B2 con Villa Vicentina. L’anno scorso decide di compiere un passo importante: esce di casa, proprio nell’anno in cui deve anche affrontare la maturità (liceo scientifico), e va a Scandicci giocando in serie C e Under 19.

Arriva nel sodalizio del presidente Morganti con una grande energia: "Sono contentissima di essere a Cesena; ho parlato a lungo con dirigenti e team manager: mi piace la realtà bianconera così come il progetto Romagna in Volley; anche la città mi ha conquistato. In Friuli avevo già giocato contro Lucchi e il mio ex allenatore ci ha lavorato insieme anni fa: non vedo l’ora di cominciare ad allenarmi con lui. Sono super emozionata, sarà il primo anno che giocherò in B1".

Giovane, esuberante e determinata, la schiacciatrice triestina sa cosa le aspetta: "Quest’anno rappresenterà per me un’esperienza importante, pallavolistica e di vita. Salire di categoria, vivere fuori casa, iniziare l’università [incrocia le dite perché il 2 settembre ha il test d’ingresso per Psicologia]: voglio crescere tecnicamente, migliorare e togliermi le mie soddisfazioni, dimostrando di essere in grado di stare a questo livello".

Conclude con un pensiero alle future compagne: "Credo che il gruppo sia molto importante: alla base di una buona pallavolo c’è sicuramente l’armonia di squadra. Infatti, non vedo l’ora di conoscere le mie compagne e iniziare a costruire delle amicizie. Mi reputo una giocatrice amichevole e grintosa: spero di poter incontrare compagne carismatiche con cui condividere una grande stagione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, l'Elettromeccanica Angelini aggiunge un altro tassello: ecco una nuova schiacciatrice

CesenaToday è in caricamento