menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Volley Cesenatico si prepara ad accogliere Zorzi e la Foppapedretti Bergamo

Con la soddisfazione e l’orgoglio di un padre che vede la propria creatura raggiungere progressivamente importanti traguardi, Massimo Morigi, presidente dell’Asd Volley Cesenatico

Il Volley Cesenatico, storia di passione e di umiltà, di fatica e sudore. Tanta voglia di crescere e l’ambizione di riportare la pallavolo agli antichi fasti. Con la soddisfazione e l’orgoglio di un padre che vede la propria creatura raggiungere progressivamente importanti traguardi, Massimo Morigi, presidente dell’Asd Volley Cesenatico, racconta sogni e ambizioni della società, annunciando importanti eventi ormai alle porte.

Morigi, quando è nato il Volley Cesenatico?
La società è stata fondata nel 2000, ero presente sin dalla sua fondazione insieme a Giammarco Boschetti (oggi vicepresidente, ndr), Giorgio Lugaresi e Gianni Errani. Ricordo che nel 2000 eravamo tutti sulla stessa panchina a scervellarci per ideare il nome della società. Rivesto la carica di presidente dal 2008.

Come si è sviluppata la società in questi anni?
All’inizio avevamo un minivolley, un Csi (Centro sportivo) ed una prima divisione per il settore femminile, insieme ad un paio di squadre maschili. Eravamo una cinquantina di persone in tutto, dirigenti compresi. Io allenavo le ragazze insieme ad Errani. Tutti facevano un po’ di tutto, c’erano persone, insomma che rivestivano più ruoli: c’erano allenatori-giocatore, oppure allenatori-giocatori che rivestivano anche il ruolo di dirigenti. Ricordo che capitava di dover sostituire gli allenatori in corsa, perché magari sopraggiungeva un impedimento: nel peggiore dei casi, quando non si sapeva come finire gli allenamenti, la si buttava sul bagherone. In concomitanza con il Volley Cesenatico, c’era anche la Pallavolo Cesenatico, una realtà simile alla nostra, con la prima divisione, un centro sportivo e il minivolley, solo femminile.

Quali sono i numeri del Volley Cesenatico oggi?
Oggi contiamo oltre 220 tesserati, ragazze e ragazzi, grazie anche al lavoro che stiamo facendo nelle scuole ed al nome e credibilità che ci siamo costruiti nel tempo. Le squadre sono tante: andiamo dal minivolley, con i bimbi di 7-8 anni, poi Under 13, Under 14, Under 16, Under 18, la prima divisione ed il Csi femminile. In campo maschile, abbiamo un minivolley, l’Under 12 e il Csi. Siamo presenti in diverse palestre del territorio: facciamo base al PalaMadonnina, ma svolgiamo allenamenti anche a Bagnarola, a Sala (in collaborazione) ed al Liceo scientifico. Oggi collaboriamo fattivamente nell’ambito di Romagna InVolley per la crescita del movimento. Grande il successo del Torneo per le classi 4^ e 5^ Elementare, svolto il 25 Gennaio 2015.

Quali sono gli obiettivi raggiunti nel corso del 2014?
Partiamo sempre e comunque dalla consapevolezza di avere oltre 200 iscritti e confermiamo di anno in anno l’impegno nella loro gestione nel migliore dei modi. Possiamo dire di essere ancora una volta riusciti a far parlare del Volley Cesenatico in maniera positiva, da parte dei genitori che ci affidano i loro figli, sia sotto il punto di vista del risultato sportivo, sia per la professionalità e la costante crescita in fatto di esperienza e di conoscenze dei nostri allenatori. Nel corso del 2014 tra gli altri risultati possiamo annoverare la soddisfazione nell’aver avuto in finale Under 18 femminile, a livello provinciale, le nostre due formazioni femminili. Le ragazze sono poi arrivate seconde nella Coppa Emilia Csi U18 sempre femminile.

Quali sono le nuove sfide del 2015?
Dobbiamo anzitutto tenere in piedi la pallavolo a prescindere dalla categoria, vogliamo lavorare per diffondere sempre di più questo tipo di movimento. Chi lavora nell’ambito dello sport sa bene che il solo volontariato non basta, ma occorre reperire fondi poiché non si può incidere troppo sulle quote associative che già i nostri atleti pagano. In questo senso, chiediamo la collaborazione delle aziende del territorio affinché il movimento pallavolistico di Cesenatico possa continuare a crescere. Una nostra ambizione è, attraverso il Csi maschile ed i giovani che stanno collaborando con noi, riformare questo segmento per noi molto importante, se si pensa soprattutto al fatto che la pallavolo a Cesenatico è iniziata proprio dalla squadra maschile. Stiamo avendo con le scuole un buon rapporto, anche e soprattutto grazie a Michela Pagliarani che collabora con il  Volley Cesenatico: questo ci da la possibilità di far conoscere questo sport, creando così la cultura della pallavolo.

Ci sono novità ed eventi che si possono già annunciare?
Le novità sono davvero di grande rilievo, poiché nascono dalla collaborazione – grazie in primis alla stima che ci è stata dimostrata dai protagonisti – con personaggi del mondo dei volley di vero spicco. L’8 aprile porteremo a Cesenatico, al teatro comunale, lo spettacolo di Andrea Zorzi, un’icona nel mondo della pallavolo azzurra. “La leggenda del pallavolista volante”, questo il titolo dello spettacolo, approda a Cesenatico, grazie alla simpatia che Zorro ha voluto dimostrare alla nostra società. L’idea è nata quasi per caso ed eccola concretizzarsi così, in una data da segnare sul calendario. Dalla collaborazione, poi, che abbiamo costruito in questi anni con la Foppapedretti Bergamo, società femminile che milita nel campionato di serie A ed è una delle Società più titolate d’Europa e che ha portato ad avere le atlete ad allenarsi sul parquet del Palamadonnina, quest’estate dal 5 al 18 luglio si svolgerà a Cesenatico, con l’hospitality nelle strutture della famiglia Vernocchi, il Foppapedretti Volley Camp. Tutta la parte tecnica sarà curata in collaborazione con il Volley Cesenatico e per noi è una grandissima soddisfazione. Infine, ospiteremo la Final 8 della Boy League, vale a dire la finale a 8 squadre degli Under 14 dei vivai delle squadre di serie A maschili.

Qual è la più grande soddisfazione ottenuta sinora?
Siamo una realtà umile, ma ci siamo resi conto di poter tenere testa, dal punto di vista organizzativo a realtà di livello alto. Nel corso degli ultimi anni, realtà di serie A femminile hanno scelto di allenarsi in momenti particolari della stagione all’interno della nostra struttura, contando sulla nostra collaborazione ed avvalendosi del nostro staff tecnico. E’ bello quando senti parlare di Cesenatico, della nostra realtà, avvertendo nelle parole di chi racconta quell’esperienza, anche a distanza di tempo, un grande affetto. Questo è in assoluto uno dei più preziosi riconoscimenti che possano giungerci.

Il sogno nel cassetto per questa società?
Entrare tra le prime 5 società in Emilia Romagna per il settore giovanile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento