menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittoria da cardiopalma, Angelini: "Sono tre punti che valgono tanto"

Mister Beppe Angelini si gode il successo faticoso sul Notaresco arrivato al termine di una gara restata sempre in equilibrio

"Per com’è venuta, questa vittoria vale tanto, ma il campionato è ancora lungo". Mister Beppe Angelini si gode il successo faticoso sul Notaresco arrivato al termine di una gara restata sempre in equilibrio. "Abbiamo creato le solite occasioni ma, a differenza di altre volte, non sono state nettamente superiori a quelle dell’avversario - premette il mister -. Davanti avevamo una delle squadre migliori per qualità di gioco: noi siamo stati bravi a restare in partita, a provarci fino alla fine e a trovare un episodio che per una volta ci è stato favorevole. Anzi due episodi, perché è stato importante anche il gol del 2-2 sul finire del primo tempo".

Il tecnico bianconero recrimina sul primo gol subito: “Non dovevamo prendere un contropiede quando eravamo avanti 1-0 mentre sul loro secondo gol ho meno da imputare ai miei ragazzi perché sui calci piazzati il Notaresco è forte. A parte queste due occasioni, però, nel primo tempo non abbiamo concesso altro, mentre nella ripresa abbiamo rischiato di più”. Unica nota stonata l’infortunio di Valeri: “Credo si sia procurato una lesione e temo che lo rivedremo a gennaio. La società sta però già lavorando per trovare una soluzione: l’ideale sarebbe avere qualcuno che possa giocare su entrambe le fasce. Infortunio a parte, era impensabile che Valeri giocasse tutte le partite a quell’intensità”. Nel pomeriggio mister Angelini aveva seguito i rivali del Matelica impegnato a Martorano contro la Savignanese: “Ha fatto fatica e ha vinto per un episodio, ma la classifica parla per loro”.

Con il suo gol allo scadere Benassi ha permesso al Cesena di battere per la prima volta una delle squadre di vertice del campionato. "Le soddisfazioni personali fanno sempre piacere ma sono contento soprattutto per la vittoria - afferma -. Questi sono tre punti fondamentali per restare attaccati al Matelica”. Il difensore non nasconde le difficoltà incontrate: “Il Notaresco è forse la squadra migliore, sotto il profilo del gioco, che abbiamo incontrato ma ci sta di soffrire ogni tanto, specie quando si gioca ogni tre giorni. Quel che conta però è la vittoria”. E ora sul cammino dei bianconeri ci sarà il fanalino di coda Castelfidardo: “Dobbiamo affrontarlo con la stessa testa, perché ogni gara fa storia a sé. Adesso pensiamo a rimetterci a posto fisicamente e mentalmente per farci trovare pronti domenica”.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento