menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viali aspetta ancora il tampone: "Non mi sto 'godendo' la piazza, è una stagione a metà"

Il tecnico scalpita per tornare in panchina, mercoledì ore 18:30 il Cesena affronta la Vis Pesaro in trasferta

"Ho concluso il decimo giorno di isolamento sabato ma l'esito del tampone ancora non è arrivato". Viali scalpita per tornare in panchina, mercoledì ore 18:30 il Cesena affronta la Vis Pesaro in trasferta. "E' difficile lavorare in questa situazione - spiega il tecnico - a livello di comunicazione con la squadra. Il campo mi manca tanto, mi manca la squadra, il confronto diretto con i ragazzi, non è facile dialogare a distanza con un gruppo". 

Si può tracciare un primo bilancio della stagione dopo 9 partite? "Ogni partita ci dice una cosa diversa, la squadra è stata abbastanza continua, con i pregi e difetti. Non sono preoccupato, il secondo tempo di sabato con la Fermana mi è piaciuto ma non abbiamo chiuso la partita".

"Il Covid mi ha condizionato molto, a Carpi è stata una giornata emblematica, ma non vogliamo cercare alibi, non dobbiamo fossilizzarci su questo perchè non fa crescere il gruppo".

Viali sottolinea che "dobbiamo imparare a chiudere le partite, quella di sabato è stata una classica partita di serie C, eravamo stati a bravi ad incanalarla, quando non la chiudi devi essere bravo a gestirla. Dopo il vantaggio la Fermana non ci ha mai messo in difficoltà, ma non bisogna mai essere sereni e rilassarsi. E' importante saper leggere le fasi della partita, ed essere pronti a cambiare pelle".

La Vis Pesaro ha appena cambiato tecnico mettendo in panchina Daniele Di Donato. La classifica dice che i bianconeri sono 14esimi con 11 punti, i marchigiani sono 16esimi con 8 punti. "E' una partita fondamentale, perchè la classifica è cortissima, il percorso davanti a noi è lungo e possiamo crescere tanto. Dobbiamo essere bravi anche senza Caturano che probabilmente mancherà ancora per alcune partite".
Infine una riflessione sulla stagione in corso: "Giocare a porte chiuse crea un'atmosfera paradossale, non mi sto 'godendo' questa piazza, è una stagione a metà, speriamo che tutto si possa concludere in maniera regolare, i protocolli sicuramente condizionano in modo notevole alcune squadre, e meno altre".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento