Sport

Vent'anni di campestre Csi: a Cesenatico i campioni nazionali

Tra i veterani maschili la spunta il valtellinese Enzo Vanotti di Sondrio (Santi Nuova Olonio): "sono contento di aver partecipato anche quest'anno: il Csi è come una famiglia. L'anno scorso ero arrivato secondo, perciò quest'anno sono contento di essere riuscito a migliorare anche nei tempi"

Una soleggiata mattinata primaverile ha dato il via alle gare individuali riguardanti oltre 2000 iscritti suddivisi in 19 categorie. Una vera e propria "invasione" festosa per la città di Cesenatico, rappresentata sabato dal vice sindaco, Mauro Gasperini, il quale si dice entusiasta "di poter ospitare il Csi per una manifestazione così importante e bella". Sorrisi, abbracci, delusioni e soprattutto un frizzante clima di condivisione e gioia hanno animato il "Parco del Levante". Sul podio, per le categorie Juniores e Seniores femminili, spicca il logo della Polisportiva Dueville di Vicenza che in entrambe le gare si piazza ai primi 2 posti: la 20enne Rebecca Lonedo (senior) si dice soddisfatta della vittoria. "Un anno di allenamenti che ripagano della fatica".

Ma a chi pensa che la corsa sia uno sport individualista dice: "fino a poco fa mi allenavo da sola, da quando invece mi alleno in squadra noto un netto miglioramento: in compagnia ci si sprona, ci si confronta e si sta bene. Si sente anche meno l'ansia da prestazione". Le fa eco anche Marta Merlo, compagna di squadra negli allenamenti e vincitrice della categora juniores femminile: "l'atletica è uno sport di squadra, eccome! Senza l'incoraggiamento della mia compagna Caterina (Crestani, piazzatasi alle sue spalle) non ce l'avrei fatta!". Il sorriso e l'amicizia sincera delle atlete la dice lunga sullo spirito della manifestazione.Un vero e proprio spettacolo la cornice di pubblico, formata da atleti, accompagnatori e famiglie che tra tifo, merende e riscaldamenti hanno reso questa giornata di sport un vero e proprio successo con numeri da record. Mai infatti si era raggiunta la quota di 2068 atleti iscritti, il 55% dei quali sotto i 16 anni: numeri che testimoniano la rinnovata trazione giovanile del Csi.

Tra i veterani maschili la spunta il valtellinese Enzo Vanotti di Sondrio (Santi Nuova Olonio): "sono contento di aver partecipato anche quest'anno: il Csi è come una famiglia. L'anno scorso ero arrivato secondo, perciò quest'anno sono contento di essere riuscito a migliorare anche nei tempi". Francesco Nadalutti (Tricesimo di Udine), invece, si aggiudica la categoria amatori  A maschile: "per me è stata una grossa rivincita perchè già l'anno scorso dovevo partecipare alla gara dei 5000 metri a Trento, ma mi ero rotto la clavicola, gareggiando in bici. Al Csi è bello, perchè facciamo tutti squadra: sapevo di essere il più veloce ma sono riuscito a vincere grazie a Jacopo Mantovani (secondo classificato)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vent'anni di campestre Csi: a Cesenatico i campioni nazionali

CesenaToday è in caricamento