Coppa Italia, il Cesena costringe l'Udinese ai supplementari: poi si arrende

Cesena subito in vantaggio dopo appena quattro minuti di gioco grazie ad un colpo di testa di Milan Djuric, che ha sfruttato al meglio l'assist di Antonio Mazzotta

Gol ed emozioni allo stadio Friuli di Udine per il match di Coppa Italia che vedeva opposte Udinese e Cesena. Serata tutt'altro che facile per la squadra di Andrea Stramaccioni, che ha strappato il pass per il turno successivo contro il Napoli solamente ai tempi supplementari con il risultato di 4-2. Merito della discreta prova degli undici di mister Pierpaolo Bisoli, mercoledì sera in tenuta rosa, chiamati a rialzare la china dopo il brutto ko di domenica scorsa al "Manuzzi" contro il Genoa.

VANTAGGIO ILLUSORIO - Cesena subito in vantaggio dopo appena quattro minuti di gioco grazie ad un colpo di testa di Milan Djuric, che ha sfruttato al meglio l'assist di Antonio Mazzotta. Incassato il gol, i padroni di casa hanno alzato il baricentro, con diverse iniziative di Alexandre Geijo senza fortuna. A portare in parità il risultato ci ha pensato al 20' Allan, abile a farsi beffa prima di Capelli e poi di volta.

FERNANDES, CHE GOL - Tre giri di lancette più tardi bianconeri vicino al 2-1 con Bruno Fernandes, la cui conclusione non è andata a buon fine. Al 31' squillo di Andrea Tabanelli con un tiro non ha trovato lo specchio della porta. Ancora Geijo vicinissimo al gol, colpendo un palo al 33' con Agliardi battuto. Sul finale di primo tempo l'Udinese si è portata in vantaggio con una botta di collo destro dalla distanza di Fernandes, che ha scheggiato la parte bassa della trasversa prima di insaccarsi.

IL CESENA TORNA A SPERARE - Ad inizio ripresa mister Bisoli ha gettato nella mischia Defrel per Tabanelli. I romagnoli al 55' ha trovato il 2-2 con un colpo di testa di Davide Succi, che ha approfittato di una dormita generale della difesa friuliana. Dal 61' il Cesena ha dovuto fare i conti con l'espulsione di Volta, uscita di scena per un frutto fallo su Fernandes. In superiorità numerica la squadra di Stramaccioni si è catapultata in avanti per evitare i supplementari, con una serie di sortite senza esito di Geijo, Fernandes e Allan.

I SIGILLI DI EVANGELISTA E THEREAU - Prima emozione dei tempi supplementari dopo appena tre minuti, con Agliardi che ha alzato sopra la traversa una palla insidiosa che aveva preso una strana traiettoria dopo la deviazione di un compagno. Al 6' padroni di casa pericolosi, con Geijo che non è riuscito ad avventarsi su un tiro cross respinto da Agliardi. Al decimo minuto l'Udinese ha trovato Lucas Evangelista, abile ad avventarsi su un cross dalla sinistra. I friuliani hanno approfittato del vistoso calo fisico del Cesena, trovando il definitivo 4-2 col francese Thereau. La testa del Cesena è già sul delicato scontro salvezza di domenica a Bergamo contro l'Atalanta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento