Tiro al piattello, fossa olimpica: Cesenatico si laurea Campione d'Italia

La squadra di Cesenatico si è laureata Campione d’Italia di tiro al piattello specialità fossa olimpica nelle finali disputatesi recentemente negli impianti di Valle Aniene (Roma) per le società di terza categoria

La squadra di Cesenatico si è laureata Campione d’Italia di tiro al piattello specialità fossa olimpica nelle finali disputatesi recentemente negli impianti di Valle Aniene (Roma) per le società di terza categoria. Vincere un titolo nazionale è sempre una cosa straordinaria. Ma vincere il titolo nel tiro al piattello e qui in Italia è un’impresa che rasenta l’incredibile, basti pensare che siamo la nazione prima nel mondo (davanti agli Stati Uniti) per medaglie olimpiche vinte nello sport del tiro al piattello. L'Italia è la nazione dei campioni e vice campioni olimpici (Jessica Rossi e Massimo Fabbrizi) dei campioni mondiali in carica (Jessica Rossi e Giovanni Pellielo); la nazione leader mondiale come impianti, praticanti, accessori e tecniche di tiro e questo dice quante difficoltà si devono superare per eccellere proprio  in questo settore nel nostro Paese.

Cesenatico, questo piccolo comune romagnolo, vi è riuscito, così completando un anno di successi iniziato nel giugno scorso a Bologna con la conquista del titolo regionale (questa volta addirittura assoluto). La società cesenaticense, nata nel 1991, si compone di circa un centinaio di tesserati, diversi dei quali hanno raggiunto risultati anche importanti nei campionati regionali e nazionali. Vi si svolgono ogni sabato e domenica gare societarie molto partecipate e combattute ed è luogo di allenamento per tanti appassionati durante la settimana. Dopo un’attenta e severa selezione dei tiratori migliori e più in forma, lo staff organizzativo ha convocato alla fine i sei tiratori che poi sono risultati vincenti:  Giovanni Boni, Imerio  Cantoni, Marco Ricci, Massimo Urbini, Mauro Abati e Christian Ricci.

Questa gara è notoriamente la più difficoltosa nel tiro al piattello in quanto è necessario mantenere la concentrazione ed una condizione psicofisica ottimale per tutta la giornata. La sua durata è infatti di circa 8 ore, nell’arco delle quali, ogni due ore circa, si devono affrontare 25 piattelli per ogni tiratore (per un totale di 100 piattelli per ognuno). Non ci può essere mai un rilassamento, neppure per il pranzo che deve essere consumato in modo sobrio e leggero, ma anche acquisendo le necessarie energie per affrontare le successive serie. Il risultato ottenuto da Cesenatico è stato di grande spessore tecnico, 540/600, ed è risultato fra i più alti di ogni categoria. In pratica Cesenatico avrebbe prevalso (o comunque salito sul podio) anche se avesse gareggiato assieme alle società di prima o di seconda categoria.

La finale è stata incerta e tesa fino all’ultimo piattello, infatti la seconda e la terza classificate hanno totalizzato il punteggio di 538/600. Questo ci fa capire in quali condizioni di spasmodica tensione hanno gareggiato i portacolori di Cesenatico. Mai una rappresentativa di Cesenatico nella storia della città era giunta così in alto. Questa volta lo scudetto tricolore sarà nel petto delle maglie dei tiratori di Cesenatico. Il Sindaco della città, prof. Roberto Buda, li ha accolti e omaggiati nel palazzo comunale unitamente all’assessore allo sport Savini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel tiro al piattello l’Italia è un’eccellenza mondiale ed avere la squadra di Cesenatico campione d’Italia vuol dire avere un riconoscimento a livello internazionale - ha commentato il sindaco Roberto Buda -. La squadra poi è formata tutta da persone del luogo e questo mi rende doppiamente soddisfatto e fiero di questo importante risultato”. Vittorio Savini assessore allo sport si è associato ai complimenti del Sindaco ed ha detto che “la squadra di Cesenatico rende onore allo sport”. Alla simpatica cerimonia erano presenti, oltre i componenti della squadra campione d’Italia, il rappresentante della società Aurelio Briganti ed i consiglieri regionali della Federazione Italiana tiro a volo (Mauro Agostini e Giancarlo Benini) .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento