Tigers belli solo per 20 minuti. Poi tante difficoltà: Garri e Petrucci trascinano Fabriano

Sconfitta motivazionale per i Tigers che con tanta voglia di riscatto devono rituffarsi immediatamente nella preparazione del prossimo match

Trasferta amara per la Amadori Tigers Cesena che si fa piacere tantissimo nel primo tempo, ma va poi in forte difficoltà nel secondo, colpita chirurgicamente dalla super coppia Garri – Petrucci a trascinare i marchigiani. Primo tempo equilibrato al PalaGuerrieri, con Cesena a mettere in campo netti segni di miglioramento rispetto alle prime due uscite ufficiali e a fare bella mostra di sé in difesa. Non fosse per Luca Garri, sotto le plance, e per un Petrucci in serata di vena, a stampare sul foglio delle statistiche di fine primo tempo un sontuoso 5/6 dai 6,75, i Tigers avrebbero potuto chiudere davanti e non di poco i primi 20 minuti di gioco.

Tolte le difficoltà difensive di Chiappelli, a condizionare il match con 3 falli in 13 minuti, e qualche difficoltà nel servire Brkic in attacco, Cesena mette in campo tante buone cose. Su tutte un Andrea Scanzi a tratti debordante nel primo quarto ed un Francesco Papa che dai 6,75 segna il nono punto della sua partita a poco più di un minuto dalla pausa lunga. Bomba segnata all’interno di una soluzione tattica degna di nota, con il quintetto formato, oltre dal numero 3 romagnolo, da Battisti, Trapani, Frassineti e Hajrovic. Quintetto che sbanda un po’ in attacco ma che riesce a produrre buoni recuperi dall’altra parte del campo. Il primo tempo si chiude sul 33 – 32.

Termina di fatto qui il match per la Amadori che nel secondo tempo viene sorpresa dall’approccio dei padroni di casa che nel terzo quarto scavano il solco e poi approfittano di una Cesena in difficoltà nel tentativo di risalire la china. Le triple in serie di Papa e Planezio a 3’37’’ dall’ultimo mini intervallo rappresentano un unicum nel secondo tempo e giungono dopo un’ottima circolazione di palla, chiudendo il 10-0 di parziale che rappresenta il primo strattone di Fabriano al match. L’altro arriva nell’ultimo quarto con Radonjc e Paolin a segnare il +17 in avvio di ultima frazione di gioco.

Chiappelli poi, prima illude con 7 punti difila, ma con Cesena indietro 64-50, e poi esce per 5 falli. Siamo in prossimità del 35’ e immediatamente dopo l’uscita di Chiappelli Radonjic sfrutta l’assist di un Garri monumentale e inchioda la tripla del 68 – 51. Cesena stacca la spina e con ancora 4’30’’ sul cronometro possono calare i titoli di coda. Sconfitta motivazionale per i Tigers che con tanta voglia di riscatto devono rituffarsi immediatamente nella preparazione del prossimo match: mercoledì al Carisport sarà Cesena – Rimini.

Tabellino

Janus Basket Fabriano – Amadori Tigers Cesena  73 – 58 (17-20; 16-12; 23-11; 17-15) 

Janus Basket Fabriano: Fratto 3, Pacini, Petrucci 17, Del Testa 14, Paolin 6, Merletto 6, Cola, Garri 15, Guaccio, Radonjic 12, Cianci. All.: Pansa.

Amadori Tigers Cesena: Papa 11, Trapani 5, Rossi Filippo NE, Battisti 2, Hajrovic 4, Frassineti 2, Planezio 7, Scanzi 14, Chiappelli 11, Brkic 2. All.: Di Lorenzo. Ass.: Belletti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pochi metri poi lo schianto, l'ultimo volo di Paolo: la passione smisurata per il deltaplano

  • Lastre di cemento si staccano dal cavalcavia e si forma un buco di un metro e mezzo: E45 chiusa

  • Lo schianto col deltaplano non gli dà scampo: uomo morto sul colpo

  • Incubo per una 11enne: entra in casa e si trova di fronte i ladri

  • Litiga con la madre e tenta il suicidio: 20enne salvato in extremis

  • Migliaia di uccelli sulla città, cinguettio assordante e auto bersagliate dal guano: la spiegazione del fenomeno

Torna su
CesenaToday è in caricamento