menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Superbike, Savadori vola con l'Aprilia nei test a Jerez: "C'è ancora tanto da fare"

Sono ben 68 i giri completati da Savadori, secondo a 111 millesimi dal nord irlandese

C'è tanta Romagna nella prima sessione di test invernali 2017 del mondiale Superbike, che si è svolta tra martedì e mercoledì in Spagna a Jerez De La Frontera. Il cesenate Lorenzo Savadori (Aprilia Milwaukee) e il ravennate Marco Melandri (Ducati Aruba) sono stati gli immediati inseguitori del velocissimo Jonathan Rea, che ha portato la sua Kawasaki in cima nella lista dei tempi col crono di 1'39"809. Sono ben 68 i giri completati da Savadori, secondo a 111 millesimi dal nord irlandese: "E 'stata una buona giornata e abbiamo completato un sacco di giri che era veramente importante - esordisce l'ex campione della Supestock -. Abbiamo provato un paio di cose diverse con la messa a punto e le gomme e sono stato in grado di realizzare un giro veloce".

FREDDO - Il pilota di Cesena ha chiarito che con le temperature fredde dell'asfalto le gomme non funzionavano al meglio: "Nonostante tutto la moto si è comportata bene e abbiamo accumulato dati. C'è ancora un sacco di lavoro da fare per raggiungere il top, ma la squadra sta lavorando bene". I team ora si sposteranno a Portimao: "Lavoreremo intensamente per fare dei buoni progressi prima dei test di Phillip Island". 

LA SESSIONE - La sessione di mercoledì è stata caratterizzata da diverse cadute: sono finiti a terra Rea, il compagno di squadra Tom Sykes (terzo con 1'40"219), Jordi Torres (Bmw Team Althea), Randy Krummanacher (Kawasaki Puccetti) e Eugene Laverty (Aprilia Milwaukee), quest'ultimi protagonisti di una collisione fortunatamente senza conseguenze fisiche. In casa Ducati Melandri (quarto) è stato di undici millesimi più rapido rispetto al compagno di squadra Chaz Davies. Cresce la nuova Honda Fireblade, sesta con Nicky Hayden davanti alla Yamaha di Alex Lowes, alla Ducati del team Barni di Xavi Fores. Chiudono la top ten l'altra Honda dell'ex MotoGp Stefan Bradl e la Yamaha di Michael Van Der Mark.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento