Superbike, Savadori non è ancora al top della forma: limitati i danni ad Aragon

La vittoria di Gara 2 è andata all'altra Ducati Aruba di Chaz Davies, che ha prevalso sulla Kawasaki del leader del campionato Jonathan Rea, vincitore di Gara 1, e sulla Panigale di Marco Melandri.

Lorenzo Savadori archivia il fine settimana del Motorland di Aragon con un decimo posto in Gara 2. Il cesenate, coinvolto suo malgrado nella brutta carambola con Leon Camier e Jordi Torres, è ancora sofferente alla spalla infortunata nel round d'apertura di Phillip Island. La vittoria di Gara 2 è andata all'altra Ducati Aruba di Chaz Davies, che ha prevalso sulla Kawasaki del leader del campionato Jonathan Rea, vincitore di Gara 1, e sulla Panigale di Marco Melandri.

Davies è stato autore di una bellissima rimonta dalle retrovie: "E' stata una gara impegnativa, con belle battaglie. All'inizio non ero al top con la moto, ma ho mantenuto la concentrazione, riuscendo a risalire col mio passo sul gruppo di testa e quindi vincere". "E' stata una gara faticosa fino alla fine - ha dichiarato Rea -. Ho commesso un errore all'ultimo giro, ma non era facile fare di meglio. Alla fine un primo e un secondo posto è un buon bottino". Si è ripresentato il problema che l'ha condizionato nel fine settimana thailandese di Buriram. "E' frustante quando hai la velocità per vincere - osserva l'ex iridato della 250cc -. Quando provavo ad attaccare, non potevo cambiare linea per effettuare il sorpasso perchè la moto cominciava a scuotersi. Dovremo lavorare per risolvere questa problematica". Decimo posto per il cesenate Lorenzo Savadori con l'Aprilia del team Milwaukee.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento