Superbike, Savadori mette tutti in riga col record: il cesenate vola nelle prime prove in Malesia

Il rookie in Superbike e campione in carica della Stock 1000, sta dimostrando una capacità di adattamento alla nuova categoria sorprendente e una gestione delle prove esemplare.

Lorenzo Savadori mette tutti in riga nella prima giornata di prove libere del Gran Premio della Malesia, sesto round del mondiale Superbike. Il cesenate ha portato l'Aprilia del team Ioda Racing davanti a tutti col crono di 2'03"951, rifilando al fotofinish oltre due decimi all'ex campione del mondo della MotoGp, ora alla Honda del team Ten Kate, Nicky Hayden. Il rookie in Superbike e campione in carica della Stock 1000, sta dimostrando una capacità di adattamento alla nuova categoria sorprendente e una gestione delle prove esemplare.

Savadori ha lavorato con la squadra per migliorare costantemente le performance della sua Aprilia RSV4RF, riuscendo a ottenere il miglior tempo a pochi minuti dalla fine del tempo a disposizione per le FP2. Il pilota del Team Iodaracing che non girava in Malesia dal 2008, quando correva ancora nella classe 125, ha ottenuto, oltre all’accesso diretto in Superpole 2, anche il milglior tempo sul nuovo asfalto di Sepang. La bella prestazione ottenuta nelle “free practice” non farà riposare il Team Iodaracing e gli ingegneri Aprilia che seguono Savadori, la priorità ora è quella di ottenere una buona posizione nelle SP2 e risolvere le difficoltà nella seconda parte di gara, come riscontrato nei precedenti round.

 “Sicuramente vedere il proprio nome davanti a tutti fa piacere come da’ soddisfazione essere entrati subito in Superpole 2 su una pista sulla quale non correvo da anni e che per me è a tutti gli effetti sconosciuta - dichiara il pilota di Cesena -. Dobbiamo comunque essere realistici, noi stiamo facendo un lavoro in vista della gara per questo la mia priorità è quella di migliorare la seconda parte di gara ed è questa per noi la vera sfida".

"In tutto questo sono anche molto soddisfatto di questo risultato e per questo voglio ringraziare il Team Iodaracing e Aprilia per il lavoro che stanno facendo e per l’aiuto che mi stanno dando grazie alla loro esperienza, soprattutto qui in Malesia - continua -. Per me questo tracciato è reso ancora più insidioso dal nuovo asfalto perché in queste condizioni non c’è una vera e propria linea da seguire, e poi perché manco da Sepang dal 2008, quando correvo in 125 e con la RSV4 Superbike, che per me è ancora tutta da scoprire aver ottenuto il miglior tempo di giornata è una bella soddisfazione".

Terzo tempo per la Bmw del team Atlhea di Markus Reiterberger. Davide Giugliano ha chiuso col quinto rilievo cronometrico, mentre il compagno di squadra Chaz Davies, reduce dalla straordinaria doppietta di Imola, non è andato oltre l'ottava posizione, ad oltre cinque decimi da Savadori. Non è andata meglio al duo Kawasaki: Jonathan Rea ha chiuso decimo, accedendo così alla Superpole 2, mentre il compagno di squadra Tom Sykes ha chiuso undicesimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento