Sport

Superbike, Savadori lontano dal podio: "C'è da lavorare sul ritmo gara"

Il cesenate ha analizzato la manche domenicale: "Dopo la caduta in Gara 1 abbiamo lavorato sulla messa a punto, trovando alcune cose utili

Foto Milwaukee Aprilia Press

Contro le Ducati e le Kawasaki viste a Phillip Island ci sarà tanto da lavorare. Il ritorno dell'Aprilia in veste ufficiale col team Milwaukee si è rivelato più difficile del previsto. In una gara dai ritmi decisamente bassi, il talentuoso Lorenzo Savadori ha chiuso Gara 2 del Gran Premio d'Australia al nono posto ad oltre undici secondi dal vincitore Jonathan Rea, precedendo anche il compagno di squadra Eugene Laverty che nelle prime battute aveva persino portato in testa la RSV4. In passato il tracciato australiano aveva regalato soddisfazioni alla casa di Noale con le vittore di Max Biaggi. Ed ora l'anno di assenza si fa sentire.

"Sappiamo quali sono i problemi con la moto e abbiamo ancora bisogno di migliorare il feeling e il ritmo in gara - ammette Savadori -. Dovremo lavorare sull'usura dei pneumatici, ma penso in Thailandia andrà meglio". Il cesenate ha analizzato la manche domenicale: "Dopo la caduta in Gara 1 abbiamo lavorato sulla messa a punto, trovando alcune cose utili. Ho perso un sacco di tempo nella bagarre iniziale, e non è stato possibile raggiungere il gruppo di testa. Verso la fine della gara il ritmo non era malvagio, ma dobbiamo fare meglio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbike, Savadori lontano dal podio: "C'è da lavorare sul ritmo gara"

CesenaToday è in caricamento