Sport

Superbike, futuro incerto per Savadori: "Non posso pensare di rimanere a piedi"

"Non posso pensare di rimanere a piedi - ha escalmato l'ex campione della Superstock 1000 -. Nulla è chiaro al momento, ci sono vocine e chiacchiere"

Sarà ancora in Superbike il futuro di Lorenzo Savadori? La sfera di cristallo è ancora nebulosa. E lo conferma lo stesso pilota cesenate, ospite dell'Eicma, il salone delle moto in corso a Milano, ai microfoni di Sportmediaset. "Non posso pensare di rimanere a piedi - ha escalmato l'ex campione della Superstock 1000 -. Nulla è chiaro al momento, ci sono vocine e chiacchiere". L'obiettivo di Savadori è rimanere in Aprilia: "Non c'è ancora nulla di certo e concreto - ribadisce -. Quest'anno siamo cresciuti parecchio nel finale di stagione e mi piacerebbe concretizzare quanto fatto".

Il numero 32 si è dimostrato velocissimo nel giro del "tutto o niente", mentre ha sofferto sulla distanza: "Abbiamo lavorato molto su questa cosa - ammette -. Sto ancora apprendendo, sono giovane (25 anni, ndr) e devo imparare. Abbiamo fatto un passo in avanti in ottica gara, anche perchè il team è cambiato e col nuovo capotecnico mi trovo bene". La speranza è di rivedere "Sava" in sella ad una quattro cilindri di Noale al via del prossimo campionato delle maxi derivate di serie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbike, futuro incerto per Savadori: "Non posso pensare di rimanere a piedi"

CesenaToday è in caricamento