Superbike, chiusi i test a Phillip Island. Savadori: "Fatti progressi"

La migliore prestazione è stata realizzata dalla Kawasaki di Jonathan Rea in 1'30"598, precedendo di poco più di un decimo nella classica combinata dei tempi la Ducati di Marco Melandri

Lorenzo Savadori, Aprilia Milwaukee press

Da venerdì si comincerà a fare sul serio. Si è chiusa martedì a Phillip Island la due giorni di test Superbike, che precedono il Gran Premio d'Australia, primo round del campionato delle derivate di serie. La migliore prestazione è stata realizzata dalla Kawasaki di Jonathan Rea in 1'30"598, precedendo di poco più di un decimo nella classica combinata dei tempi la Ducati di Marco Melandri, che lunedì aveva firmato il best lap in 1'30"726. Nella top ten c'è anche il cesenate Lorenzo Savadori, a meno di un secondo dal campione del mondo in carica.

"Sono stati test utili per noi - commenta il portacolori dell'Aprilia del team Milwaukee -. Abbiamo lavorato duramente alla ricerca del miglior set up per la gara. Non abbiamo apportato molte modifiche importanti alla moto, che sembra più semplice da guidare, il che è un'ottima cosa. È difficile paragonare la moto ai test di Jerez e Portimao, ma abbiamo utilizzato i dati raccolti e abbiamo fatto dei progressi. Il mio ritmo è migliore, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare".

Savadori è pronto per l'inizio della stagione: "Non vedo l'ora di correre. Questa è una pista fantastica e lo scorso anno sono stato anche abbastanza veloce. Con due giorni in più di prove prima delle prove libere sono sicuro che possiamo trovare alcune che possono migliorare il comportamento della moto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento