Mercoledì, 16 Giugno 2021
Sport

Spettacolo al Giro, Vendrame 'brucia' Hamilton e vince la tappa a Bagno di Romagna

Andrea Vendrame è il vincitore della 12esima tappa del Giro d'Italia, la Siena-Bagno di Romagna. Spettacolo negli ultimi due chilometri, vinto il duello con Hamilton

Foto Francesco Botta

Andrea Vendrame, portacolori dell'AG2R Citroen Team, è il vincitore della 12esima tappa del Giro d'Italia, la Siena-Bagno di Romagna. Spettacolo negli ultimi due chilometri, quando si è staccata la coppia composta dallo statunitense Tyler Hamilton e da Vendrame stesso, il pilota veneto ha vinto in volata. In picchiata in testa si era posizionato il neozelandese George Bennet nello sprint verso il rush finale. Spettacolo con tratti ripidi e tortuosi nell'ultima fase della tappa in discesa. La maglia rosa resta saldamente in possesso di Egan Bernal, ma Nibali è riuscito a rosicchiare alcuni secondi.

Una data storica per Bagno di Romagna

A tre chilometri dall'arrivo un quartetto ha preso il comando, dietro a Vendrame si sono stanziati Bennet, Brambilla ed Hamilton. Quando mancavano gli ultimi 17 chilometri, al Passo del Carnaio, Andrea Vendrame, 26enne ciclista veneto, ha provato a scattare da solo con una scelta molta coraggiosa. Il Passo del Carnaio ha fatto 'selezione' con 6 ciclisti rimasti in testa, oltre a Vendrame, Brambilla, Bennet, Edet, Hamilton e Visconti. (Foto Botta)

giro tappa bagno di romagna 2021-2

Bagno di Romagna ha fatto da cornice festante e calorosa all'arrivo della 12esima tappa del Giro d'Italia. Fatica e sudore per la carovana rosa partita in mattinata da Siena, 212 chilometri in un percorso duro e insidioso sfociato nel paese termale, a distanza di 4 anni dall'ultima volta. Grande accoglienza, in tanti hanno aspettato l'arrivo dei ciclisti in via Circonvallazione, a Bagno di Romagna. Una vetrina per il territorio, da giorni addobbato a festa e colorato di rosa con tante iniziative creative.

"Una grande festa popolare"

Una tappa da 212 chilometri con 3.700 metri di dislivello. Da Siena, attraverso il Chianti fino a Firenze. E poi da qui un percorso che si inerpica attraverso una serie di salite: Monte Morello (pendenze oltre il 15%), il Passo della Consuma (media attorno al 6%), il Passo della Calla (media attorno al 5%) e infine in provincia di Forlì-Cesena il Passo del Carnaio con pendenze fino al 14%. Segue quindi la discesa anch'essa impegnativa fino ai 5 km all'arrivo.

La voce dei tifosi

I ciclisti hanno attraversato le province di Firenze, Arezzo e Forlì-Cesena. Per la città del palio si tratta di un ritorno della corsa rosa dopo 35 anni dall’ultima volta, nell’anno della vittoria finale di Roberto Visentini. Omaggi a due grandi del ciclismo italiano: Gino Bartali, con il passaggio dal suo comune di nascita Ponte a Ema (km 57,1) e Alfredo Martini, che ha vissuto a Sesto Fiorentino.

Le premiazioni

Nel finale, dopo il secondo sprint intermedio ubicato a Santa Sofia (km 190,9), la carovana ha affrontato l’ultima salita di giornata: il G.P.M. di Passo del Carnaio (3° categoria), salita di 10,8 km con il tratto centrale più duro dove si arriva anche al 14%. Dopo lo scollinamento ultimi 10 km in parte in discesa e in parte in falsopiano, fino all’arrivo di Bagno di Romagna in Via Circonvallazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spettacolo al Giro, Vendrame 'brucia' Hamilton e vince la tappa a Bagno di Romagna

CesenaToday è in caricamento