Rugby, il Romagna RFC esulta per la promozione in A: "Sogno che diventa reatà"

Il tecnico Luci: “È la vittoria di un gruppo in cui ognuno ha dato il proprio contributo"

È la settimana dei festeggiamenti in casa del Romagna RFC, che domenica a Perugia ha conquistato la Serie A grazie alla vittoria nello spareggio finale con il Civitavecchia.

Il tecnico Simone Luci, alla sua seconda stagione sulla panchina del Romagna, è sicuramente tra i principali artefici di questa stagione indimenticabile, avendo guidato la squadra più giovane del girone verso questo traguardo quasi impensabile da raggiungere a inizio anno: “È un sogno che è diventato realtà, che i ragazzi hanno inseguito e costruito facendo un passo alla volta”, commenta il tecnico ripercorrendo il percorso dei suoi, “a inizio stagione eravamo partiti con altri obiettivi, ovvero fare meglio dell’anno scorso e migliorare il piazzamento al quinto posto. Strada facendo l’asticella si è alzata e abbiamo capito che potevamo arrivare più in alto, ma abbiamo affrontato serenamente tutte le sfide che ci si sono poste davanti senza farci prendere dall’ansia. Così è stato anche nelle ultime due partite, con il Florentia prima e con il Civitavecchia poi: i ragazzi le hanno giocate con una la giusta mentalità, pensando solo a fare meglio di prima ed è stato questo a darci la forza di vincere. In questo campionato è come se avessimo dipinto un quadro bellissimo e alla fine abbiamo aggiunto anche la cornice”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Determinante per questo successo il lavoro di squadra compiuto in tutto l’anno, come sottolinea Luci: “È la vittoria di un gruppo in cui ognuno ha dato il proprio contributo, a partire dal grande lavoro fatto da tutto lo staff, che ha sempre curato nei dettagli tutte le fasi della stagione. E poi è stato fondamentale poter contare su una squadra molto solida, i ragazzi hanno mostrato un forte spirito di sacrificio e attaccamento alla maglia: lo si è visto durante tutto l’anno, negli allenamenti, che hanno sempre registrato un’altissima presenza di tutti i giocatori in rosa, e alla domenica, dato che il sostegno ai compagni in campo non è mai mancato anche da chi non giocava. Penso che questo significhi molto e sia la dimostrazione che il nostro progetto funziona e può fare ancora tanta strada: arrivare in Serie A con praticamente tutti giocatori del territorio cresciuti all’interno del progetto della Franchigia è qualcosa di straordinario e unico. Adesso ci godiamo questo momento e dopo i festeggiamenti inizieremo a pensare alla nuova avventura che ci aspetta”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento