menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Romagna Gymnastic Team, Nicolò Vannucchi: il "re del volteggio" punta in alto

Sangue toscano nelle vene ma da tre anni in Romagna, sarà uno dei grandi protagonisti della prossima stagione di A1 con il Romagna Gymnastic Team

E' uno degli atleti con le potenzialità più elevate, uno dei pochi ginnasti italiani capace di sopperire con il talento a quelle lievi lacune tecniche che hanno origini lontane. Nicolò Vannucchi, sangue toscano nelle vene ma da tre anni in Romagna, sarà uno dei grandi protagonisti della prossima stagione di A1 con il Romagna Gymnastic Team. 

Primo posto nel corpo libero e nel volteggio al Campionato Nazionale di specialità nel 2018, 1° posto al volteggio ai Giochi del Mediterraneo, Campione Italiano Assoluto al volteggio nel 2019 e nell'orbita della nazionale dal 2018, Nicolò sarà uno degli assi nella manica dell'allenatore Germani nel prossimo campionato che partirà a marzo. Con lui - ha spiegato il tecnico - "sto provando a sistemare qualcosina nel lavoro di base perché, nel corso della sua carriera, ha cambiato tanto, forse troppo, e dunque - a dispetto del talento indiscutibile - gli mancano alcuni riferimenti tecnici". 

"In effetti - spiega - rispetto ai miei compagni che sono cresciuti con un allenatore di grande livello come Pasquali, la mia formazione tecnica come ginnasta è stata meno lineare e dunque con il coach Germani stiamo facendo un lavoro specifico proprio per rivedere e migliorare, giorno dopo giorno, la mia impostazione di base. Negli ultimi anni, per altro, la mia società ha avuto anche dei problemi e dunque ho pensato che, per il mio futuro, fosse giusto cambiare team". 

"Come ho vissuto la promozione in A1? Quando sono arrivato a Cesena io non avevo mai gareggiato in serie A2 e dunque, soprattutto nei primi appuntamenti, ho pagato qualcosa sul piano dell'esperienza. Poi, però, gara dopo gara, ci ho preso le misure e soprattutto ho capito in che modo potevo aiutare la squadra che era la cosa a cui tenevo di più. E infatti, nelle ultime competizioni, penso di essere andato meglio". 

Nel 2020 l'atleta ha dovuto fare i conti anche con la polmonite: "Un ostacolo in più che, nelle prime gare, mi ha certamente condizionato, ma poi mi sono ripreso alla grande e quindi sono riuscito a dare il mio contributo. Peccato siano saltati gli Europei che, malgrado l'incertezza, avevo preparato con grande scrupolo, ma sarà per la prossima volta…". 

"Il livello medio dei ginnasti con cui ci confronteremo è molto alto - spiega Vannucchi - questo lo sappiamo. Non sarà facile, ma come squadra stiamo acquisendo carattere e convinzione e poi con l'ingaggio di Nestor Abad l'asticella delle ambizioni inevitabilmente si è alzata. Il rapporto con il coach Germani è fantastico. Lui è un allenatore esperto che ha un metodo di lavoro vincente. Non sarà facile ben figurare in A1 perché per noi sarà il debutto, ma per come ci stiamo preparando con lui non si può non avere fiducia". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento