menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Superstock, prime libere a Imola. Svetta Tamburini, ma Savadori è velocissimo

Il 22enne di Cesena, leader del campionato con 45 punti, si è presentato a Imola con la voglia di riscattare il mesto ritiro dello scorso anno mentre si trovava in testa alla corsa in sella alla ZX-10R del Team Pedercini

Con il primo turno di prove libere della classe Superstock 1000 è iniziato ufficialmente il weekend imolese del quinto round del mondiale Superbike. Italiani subito protagonisti nei “sali e scendi” del Santerno, con un poker tricolore nelle prime sei posizioni. A svettare è stato il riminese della Bmw Roberto Tamburini, che ha completato i 4936 metri dell'Enzo e Dino Ferrari in 1'50”123. L'alfiere del team Motox Racing si è messo alle spalle le Aprilia di Lorenzo Savadori e Kevin Kalia.

Il 22enne di Cesena, leader del campionato con 45 punti, si è presentato a Imola con la voglia di riscattare il mesto ritiro dello scorso anno  mentre si trovava in testa alla corsa in sella alla ZX-10R del Team Pedercini. Savadori, che ha completato 11 passaggi nei 30 minuti a disposizione, si è piazzato ad appena 162 millesimi dalla virtuale pole position, staccando di 901 millesimi il compagno di squadra Kalia, alla sua gara di casa.

Il cesenate ha mostrato un passo gara particolarmente consistente, con quattro passaggi tra l'150”2 e l'1'50”9, confermando ancora una volta il suo ottimo feeling con la pista del Santerno. Qualche difficoltà in uscita dalla Variante Bassa, con l'Aprilia RSV4-F numero 32 che tende a spigolare in uscita di curva. Savadori si candida così alla sua terza pole position consecutiva, dopo quelle conquistate ad Aragon e Assen.

Quarto tempo per la Ducati del team Triple-M by Barni Ondrej Jezek, che nel 2014 proprio a Imola ha assaporato lo champagne dal gradino più alto del podio, davanti alla Ducati di Fabio Massei e a quella del team Althea del napoletano Raffaele De Rosa, secondo in campionato con un ritardo di 22 punti da Savadori. Kev Coghlan (MRS Yamaha) ha chiuso col settimo tempo, impegnato nella ricerca della miglior messa a punto di base per la nuovissima YZF-R1M.

Dall'inviato, Giovanni Petrillo

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento