Riapertura degli stadi, incognita tifosi: "O tutti o nessuno, noi restiamo fuori"

"Al Manuzzi si entra tutti o nessuno" scrive il tifo organizzato bianconero, che lascerà vuota la Curva Mare

Ufficializzati i calendari di serie C che vedrà il Cesena in campo dal 27 settembre, tra minacce di scioperi resta la grossa incognita legata alla riapertura degli stadi, e alle capienze ridotte. I gruppi organizzati della Curva Mare prendono posizione in modo netto: "Vista la prospettiva di riapertura a capienze ridotte e con tutte le limitazioni del caso, la nostra linea è quella di non tornare sui nostri amati gradoni".

"Al Manuzzi si entra tutti o nessuno - scrive il tifo organizzato bianconero - lasciare vuota la Mare o altri settori, spogli dei drappi storici che hanno sempre fatto da cornice, è un segnale forte ma necessario. Fino a che questa situazione perdurerà non saremo presenti, torneremo al Manuzzi quando sarà possibile vivere i 90 minuti senza restrizioni, mascherine e distanziamenti".

Il tema riapertura degli stadi "è molto dibattuto e sentito anche fra i tesserati ed i club del Coordinamento Clubs Cesena; per questo motivo al nostro interno abbiamo aperto un confronto per capire che linea tenere al momento dell’eventuale riapertura degli stadi. Il Coordinamento Clubs Cesena, fin dalla sua nascita, ha uno zoccolo duro di tifosi/tesserati formato da bimbi, ragazzi, nonni e famiglie, ognuno dei quali ha la propria visione e modalità di vivere la partita del Cesena in casa come in trasferta. Per questo motivo e per le finalità della nostra associazione, la linea del Coordinamento Clubs Cesena, in tema riapertura degli stadi è e sarà quella di libera scelta ad ognuno dei nostri tesserati/amici. Secondo il proprio pensiero e la propria coscienza, i nostri tesserati decideranno personalmente se e quando rientrare o meno negli stadi nel momento in cui questo sarà consentito; non abbiamo mai imposto nulla ai nostri affiliati e soprattutto non lo faremo su questo tema molto delicato e personale".

"Siamo infine a conoscenza - spiega il Coordinamento Clubs Cesena - della decisione presa dai Gruppi della Curva Mare, sul tema rientro allo stadio, presa di posizione che comprendiamo, rispettiamo e sotto diversi aspetti condividiamo. Abbiamo quindi deciso, pur avendo scelto una linea di comportamento diversa della loro, per solidarietà e rispetto nei loro confronti, che gli striscioni del Coordinamento Clubs Cesena e dei nostri Club affiliati, che abitualmente sono esposti in gradinata, non saranno attaccati nello loro solita posizione fino a quando anche i ragazzi della Curva Mare non rientreranno nel nostro amato stadio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Coronavirus, due nuovi positivi sul territorio cesenate. Un decesso in Romagna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento