Si presenta il nuovo Cesena, il sindaco: "Sulla maglia tornerà il Cavalluccio"

Il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, ha aperto sabato la serata di presentazione del nuovo Cesena

"Si riparte con la possibilità di raccogliere i risultati sportivi che tutti speriamo e con la certezza di avere finalmente alle spalle una società solida, con dei valori economici e sportivi assolutamente certi. Era quello che ci serviva". Il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi, ha aperto sabato la serata di presentazione del nuovo Cesena che si è tenuta come da tradizione al chiostro di San Francesco, non prima di osservare un minuto di silenzio per le vittime della tragedia di Genova.

Il primo cittadino ha annunciato che la squadra probabilmente potrà iniziare il campionato con lo storico simbolo del Cavalluccio: "Il direttore generale Daniele Martini ha scoperto che era stato usato dall'ex presidente Igor Campedelli come garanzia data a credito sportivo. In questo momento è nella proprietà del curatore fallimentare al quale abbiamo già chiesto, come avevamo fatto col credito sportivo, di poterlo utilizzare. Ci sarà una fase nella quale il curatore fallimentare farà un'asta dei beni di proprietà del Cesena, ma c'è una fase, che dovrebbe essere abbastanza lunga, che durerà fino alla prima parte del prossimo anno, nella quale i beni possono essere comunque messi a disposizione dei soggetti che sono titolati a richiederli. E noi abbiamo chiesto di poter usare il Cavalluccio. Se dovessi scommettere toccando un pezzo di ferro direi che la prima partita del campionato si potrà giocare col Cavalluccio sulle maglie". E' intervenuto anche il presidente Corrado Augusto Patrignani, che ha ringraziato "l'amministrazione per quello che ha saputo mettere in campo, perchè abbiamo avuto il rischio di non aver il calcio a Cesena per almeno un anno". Parole di rigranziamento anche il presidente di Publisole, Luca Pagliacci, e il direttore Gianluca Padovani, e Bruno Piraccini, "per aver messo insieme tanti imprenditori, che hanno sentito il bisogno di dare qualcosa alla città".

Biondini e De Feudis

Accompagnati da numerosi spettatori, sono sfilati tutti i giocatori. Tra i più acclamati Davide Biondini e Giuseppe De Feudis. "Avevo deciso di smettere col calcio giocato, poi si è presentata l'occasione di fare qualcosa di importante per la mia città e anche per responsabilità civica e riconoscimento per quello che ha fatto il Cesena ho cambiato i miei progetti", ha affermato Biondini, tornato in bianconero dopo 15 anni. Dal punto di vista tecnico, il centrocampista si è detto "pronto a tutto, perchè non conoscevo questa categoria. Ogni giorno torno a casa felice perchè vedo dei giovani che lavorano con lo spirito giusto e ascoltano l'allenatore, sfruttando un'occasione più unica che rara. Sono contento, perchè vado al campo felice e torno a casa felice. Siamo già un gruppo forte. Ci aspetta solo di fare bene in campo. Partiamo con uno spirto importante". De Feudis è la storia del Cesena: "Metterò a disposizione dei ragazzi l'esperienza che ho accumulato in questi anni di carriera. E' bello vederli seguire le indicazioni dell'allenatore ed apprendere. E' importante per raggiungere l'obiettivo che noi auspichiamo". Insidie? "Ci sono tutti i giorni anche nella vita normale. Sarà un campionato molto complicato e dipenderà solo da noi farlo diventare facile. Sfrutteremo al massimo questo ritiro per conoscerci meglio e partire pronti".

Campionato

In attesa della composizione dei gironi (probabilmente il 23 agosto se ne saprà di più, con i bianconeri che non dovrebbe partecipare al girone marchigiano ed abruzzese), mister Beppe Angelini ha evidenziato di avere una rosa "non inferiore a livello di agonismo rispetto alle altre compagini abituate a questo tipo di campionato. Inoltre potremo fare affidamento ai nostri tifosi, che seguiranno la squadra, quindi penso che sarà dura anche per gli altri. Noi dovremo esser bravi ad usare le nostre armi ed imporre il nostro gioco". Da domenica e per tutta la settimana i bianconeri saranno in ritiro ad Acquapartita. Mercoledì alle 20,30 saranno impegnati in amichevole con la Sampierana. Domenica 26 agosto allo stadio Moretti di Cesenatico ci sarà un'amichevole contro il Mantova. Il direttore generale ha quindi annunciato che la squadrà tornerà ad allenarsi a Villa Silvia, anche se non si sa ancora con precisione le date. "Speriamo al più presto (27 agosto), subito dopo il ritiro, anche se potrebbero essere necessari ancora alcuni giorni d'attesa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento