Cesena, Esposito si sente già a casa: "E' una grande famiglia". Foschi: "E' il difensore che ci mancava"

Classe ’86, oltre alla casacca del Vicenza, Esposito ha vestito le maglie di Lecce, Sambenedettese, Genoa, Livorno, Bologna e Latina

Andrea Esposito con Rino Foschi, foto Cesena Calcio

E' arrivato dal Vicenza, firmando col Cesena un contratto biennale con l’opzione per il terzo. Andrea Esposito, viene considerato dal direttore dell'Area Tecnica Rino Foschi, "un giocatore di grande esperienza", "un centrale capace ad usare entrambi i piedi". "A mio avviso è lui il difensore che ci mancava", ha concluso. Classe ’86, oltre alla casacca del Vicenza, Esposito ha vestito le maglie di Lecce, Sambenedettese, Genoa, Livorno, Bologna e Latina totalizzando complessivamente 237 presenze tra i professionisti di cui 79 in Serie A, 112 in Serie B e 46 in Lega Pro.

"Sin da subito ho avuto sensazioni totalmente positive - parla Esposito -. Mi è sembrato di essere entrato a far parte di una grande famiglia. Cesena è una piazza importante che vive di calcio, la società perfetta per ripartire dopo una stagione difficile". Il neo arrivato non si sente un leader: "In difesa ci sono altri giocatori fondamentali come Perticone, Ligi e Cascione. Sicuramente metterò l’esperienza accumulata in questi anni a disposizione della squadra".

Esposito ha affrontato più volte da avversario i bianconer: "La prima cosa che rimane impressa è il calore del pubblico. Anche la scorsa stagione ricordo di essere venuto al Manuzzi e aver giocato davanti a tantissima gente nonostante il Cesena fosse in piena lotta per la salvezza, questo è stato un fattore determinante nella scelta finale".

Esposito è pronto per la nuova stagione: "C’è tanta voglia di riscatto dopo un’annata sfortunata sotto il punto di vista dei risultati. Non ci dovrà mancare la fame di vittoria. Dovremo diventare una squadra aggressiva pronta a battagliare contro qualsiasi avversario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento