Ducati, la passione per il mito contagia anche Cesena: "Un amore oltre confine"

"Credo che la moto Ducati sia un amore che travalica di molto i confini nazionali", afferma Fabrizio Longhini

Fabrizio Longhini nella foto

Inaugurato un nuovo “Store Moto Ducati” a Cesena in via Romagna, dove gli amanti delle due ruote, maxi in questo caso, potranno trovare tutto quanto necessita alla loro passione. Negli stessi ambienti di settecento metri quadri coabiteranno Garage 51, che pone in vendita abbigliamenti ed accessori per la moto, e Desmo Corse, officina autorizzata Ducati dove sarà possibile vedere l'attento lavorio di meccanici specializzati che lavorano su meccaniche motociclistiche di primo livello. Infatti sembra di trovarsi di fronte ad un box simile a quello in prossimità della pista dove si allestisce la moto da competizione.

Non per niente uno dei titolari della nuova attività è Michele Pirro, campione italiano Superbike, e collaudatore ufficiale Ducati MotoGp. Romina Rossi e Paolo Zavalloni, capo tecnico in MotoGp, si occupano di Garage 51 offrendo il meglio delle marche di abbigliamento e degli accessori, dai guanti ai caschi, per andare in moto, mentre Fabrizio Longhini, titolare con Pirro dell'attività e capomeccanico di Marco Melandri che corre nel mondiale Superbike, cura personalmente le moto dei clienti. “L'attività di Desmo Corse da molti anni è sempre stata in via Romagna a Cesena - dice Longhini - poi abbiamo deciso di affiancare all'attività di preparazione e riparazione delle moto Ducati quella dell'accessoristica, pertanto ci siamo spostati di circa duecento metri aprendo in questi spazi di settecento metri quadrati”.

“Dagli inizi degli anni novanta - continua Fabrizio - sono in mezzo ai motori, prima con le auto da rally e poi con le due ruote da competizione. Un lavoro non solo difficile, ma molto delicato perchè si deve stare attenti a tutto in particolare alla sicurezza di chi viaggia o compete. Fanno capo a questa officina piloti ed amatori un po' di tutte le parti, non solo romagnoli, ma anche svizzeri ed austriaci. Credo che la moto Ducati sia un amore che travalica di molto i confini nazionali”.

“Un tempo bastava per imparare buona volontà e disposizione - prosegue il capomeccanico -; oggi ci vuole oltre a queste doti una preparazione tecnica precisa e aggiornata indispensabile per operare su meccaniche di questo genere. Ci sono scuole pubbliche che hanno fatto notevoli passi avanti, ad esempio ho qui con me un giovane molto promettente che viene dall'istituto Comandini di Cesena che sta facendo lo stage didattico”" La complessità nel preparare la moto sta nel sapere dove dovrà muoversi il mezzo infatti le mappature per pista, strada, misto sono differenti e a questo si aggiunge il grado di abilità del pilota. “Ovviamente non sono tutti piloti da competizione quelli che approdano all'officina Desmo Corse - aggiunge Longhini - però nella mente ho quasi tutti circuiti mondiali con le loro caratteristiche e quindi agisco di conseguenza. E' ovvio che sul posto il lavoro è oltremodo più preciso". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento