menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volley C uomini: San Marino batte il Rubicone

I ragazzi di coach Forte mancano completamente il primo set, rientrano in partita ma è ormai troppo tardi

Gli incontri contro San Marino sono sempre molto sentiti da parte di entrambe le squadre perché nel corso degli anni sono state protagoniste di vertice del campionato di C e la posta in palio va sempre oltre i tre punti. Questa tensione ha probabilmente giocato un brutto scherzo al Rubicone in Volley, che hanno iniziato molto male il match, con tanti errori, disattenzioni e gioco completamente bloccato. Tutti assist che a una squadra esperta e concreta come San Marino non vanno assolutamente concessi. Risultato pesante: 15-25. Archiviato il primo set "non giocato", coach Forte cerca di richiamare all'ordine i propri uomini, cercando di trovare la concentrazione giusta e il gioco provato durante gli allenamenti. I nostri giocatori rispondono mettendo in campo più coraggio, iniziando la "loro" partita e alzando il livello come è nelle loro corde. Il set va avanti punto a punto con alcuni break per parte ma molto equilibrato, così come dice il risultato. I gialloblù cedono anche questo ma solo sul 25-27. Tante squadre a questo punto avrebbero mollato, archiviando magari il tutto come una "serata storta" e cercando di tornare presto negli spogliatoi.

Non è stato così per i cesenati, che con l'innesto della linea più giovane in più frazioni di gioco, riescono a mettere in riga il San Marino, battagliando ad armi pari. Il terzo parziale è quindi la dimostrazione che quando viene messo in campo la grinta e il coraggio, caratteristiche spesso rappresentate dal capitano Aldini, qualsiasi avversario è battibile e il campionato può essere ricco di soddisfazioni. Ma deve esserci continuità. Il set vede il Rubicone In Volley vincere per 25-21. Il quarto set riparte nuovamente punto a punto e il pubblico intravede la possibilità di poter vivere l'impresa dei ragazzi e li incita a non mollare. L'equilibrio è padrone del campo, ci sono mini break da una parte e dall'altra e il risultato sembra in bilico fino alla fine. Fine che è segnata dal nervosismo per alcuni episodi arbitrali che non aiutano il proseguimento del bel gioco e sul finale San Marino mette quei due-tre punti che lo porteranno a vincere l'intera posta in palio, con i tre punti portati via dal Palasport di San Mauro Pascoli.

"Non ci sono alibi, tutte le partite sono importanti: le più facili possono creare disattenzione, le più difficili possono portare tensione e nervosismo - spiegano dalla società -. Ma la differenza la deve fare il carattere unito al gioco concreto. Purtroppo contro San Marino è mancato un set, il primo, alla partenza. E quando quest'ultima è in salita, diventa tutto più difficile". Ora arriva il turno di riposo, che si unisce alla pausa natalizia, portando a vedere di nuovo in campo i ragazzi in gare ufficiali solo fra quasi un mese, il 7 gennaio a Bologna contro lo Zinella Vip. "Sarà importante lavorare su tanti fronti per mantenere la preparazione fisica, migliorare l'approccio alla gara e limare gli errori specie nelle fasi cruciali del match", concludono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento