menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuova sfida con lo Spezia, Drago: "Anche noi stiamo bene"

"Generalmente uno è la conseguenza dell'altro. Se mentalmente sei sereno e carico allora anche fisicamente sei più portato al sacrificio e la dimostrazione lampante avviene durante gli allenamenti settimanali"

“Dopo la partita contro la capolista Cagliari, affrontiamo un’altra regina di questo campionato. Stanno attraversando un ottimo momento di salute come dimostrano i numeri stessi ma anche noi stiamo bene”: è consapevole del buono stato di forma dei bianconeri il mister Massimo Drago. Martedì sera si scende in campo contro lo Spezia e la sfida non viene temuta in casa Cesena.

Lunedì mattina, dalla sala stampa del Centro Sportivo “A. Rognoni” di Villa Silvia, Mister Drago ha risposto alle domande dei giornalisti durante la tradizionale conferenza stampa pre-gara. “Stiamo bene, soprattutto a livello mentale, e sono certo che domani verrà fuori un’altra bella gara. Dovremo stare attenti allo Spezia, in particolare nella battute iniziali del match; mi aspetto una partenza forte per provare ad ipotecare la vittoria come è già successo nelle ultime due partite casalinghe contro Lanciano e Livorno per cui sarà importante rimanere concentrati sin da subito”, dice Drago.

“Generalmente uno è la conseguenza dell’altro. Se mentalmente sei sereno e carico allora anche fisicamente sei più portato al sacrificio e la dimostrazione lampante avviene durante gli allenamenti settimanali”, continua Drago. Ed ancora: “Come avevo previsto quest’estate ci troviamo a commentare una classifica piuttosto corta. Ad oggi sono 12/13 le squadre che possono ancora ambire ai playoff ma noi dobbiamo pensare a noi stessi perché spetta solamente a noi scrivere il nostro futuro.”

Che ci dice dello Spezia? “Lo Spezia è una squadra fortissima e dotata di un organico molto competitivo e sono certo che da qui alla fine darà filo da torcere a chiunque”. In cosa si può migliorare in trasferta? “Probabilmente dobbiamo avere un po’ di cinismo in più; non sono molte le squadre che fuori casa riescono a creare 5/6 palle goal ogni partita. A mio avviso ci è mancata anche un pizzico di fortuna negli episodi, come per esempio nella trasferta di Brescia e Livorno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento