Sport

MotoGp a Jerez, Savadori chiude 19esimo: ecco perchè non ha ripetuto i progressi del weekend

"Un peccato il risultato finale, perchè avevamo il ritmo e il potenziale per lottare nella zona punti", esclama il cesenate

Lorenzo Savadori archivia il Gran Premio di Spagna, quarto round del Motomondiale, fuori dalla zona punti. Dopo aver messo in luce bei progressi nei giorni di preparazione alla gara, ha avuto difficoltà a ripetersi a causa di un errore del team nella valutazione delle gomme ed ha dovuto accontentarsi del diciannovesimo posto. "Un peccato il risultato finale, perchè avevamo il ritmo e il potenziale per lottare nella zona punti", esclama il cesenate.

"Purtroppo dopo una buona partenza ho avuto dei problemi con la pressione della gomma anteriore che mi hanno obbligato a rallentare, poi sul finale le cose si sono stabilizzate, ma ormai era troppo tardi per recuperare - prosegue -. Mi dispiace, un risultato discreto era alla nostra portata, ma anche gare come questa sono importanti per capire di più le dinamiche della MotoGP".

La gara ha vista una splendida doppietta Ducati, con Jack Miller a precedere Pecco Bagnaia, nuovo leader del campionato. Chiude il podio un superlativo Franco Morbidelli. L'Aprilia cresce bene con Aleix Espargaro, sesto alle spalle di Takaaki Nakagami e Joan Mir. Lo spagnolo nel finale ha sofferto all’avambraccio destro, lo stesso problema che ha tagliato fuori dalla vittoria il francese Fabio Quartararo mentre stava dominando la gara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp a Jerez, Savadori chiude 19esimo: ecco perchè non ha ripetuto i progressi del weekend

CesenaToday è in caricamento