Addio a mister Vicini, Schillaci: "Con lui è andata via una parte di me"

Mi ha dato la Nazionale e mi ha fatto diventare Totò Schillaci. Io l'ho ripagato con i gol", ha affermato Totò Schillaci

"Per me è un giorno tristissimo, perché è morta una persona che mi ha regalato popolarità e notorietà. L'80% del mio successo lo devo a lui. Vicini è stato importantissimo per me. Mi ha dato la Nazionale e mi ha fatto diventare Totò Schillaci. Io l'ho ripagato con i gol". Così Totò Schillaci, bomber di Italia '90', ha ricordato all'Ansa il ct che lo lanciò al mondiale, scomparso all'età di 84 anni. "Ricordo - ha chiosato - che, contro l'Austria, nella prima partita dei Mondiali, mi portò in panchina e, siccome non riuscivamo a sbloccare il risultato, mi chiamò e mi disse: 'Entra e fai gol, Totò'. Io non capii più nulla, tanto ero emozionato, ma il gol dell'1-0 arrivò. Per Vicini il gruppo era tutto e infatti portò in Nazionale il gruppo dell'Under 21, io ero l'ultimo arrivato. Rischiò facendomi giocare e oggi non so chi sarebbe disposto a farlo. Con Vicini è andata via una parte di me".

>>IL CORDOGLIO<<

"Grazie per tutto quello che ci hai dato mister Vicini, sei stato un protagonista del calcio italiano hai fatto sognare gli italiani! Un abbraccio ai familiari in questo momento di dolore", è il pensiero dell'ex calciatore ed attuale allenatore dello Zenit, Roberto Mancini. "Sono molto amareggiato e addolorato dalla morte di Vicini, persona affettuosa e mite. Un vero gentiluomo. E' una notizia che non avrei mai voluto ricevere", ha commentato all'Ansa Giuseppe Giannini, regista della Nazionale guidata dal ct Azeglio Vicini ai Mondiali del 1990. "Anche per gli altri miei colleghi è stata una persona fondamentale, molto umana, sempre pronta ad aiutarti, disponibile e in grado di trasmetterti grande passione - ha proseguito -. Quella Nazionale aveva spirito. Riuscì a trasformare un gruppo di talenti in gruppo. Non mi ha mai chiamato per nome, né per cognome: mi chiamava semplicemente 'Principe' e questo per me era un attestato di stima". Intanto la Figc ha disposto un minuto di silenzio in occasione di tutte le gare calcistiche a partire già dalla sfida di Coppa Italia tra Lazio e Milan.

>>LE NOTTI MAGICHE: IL VIDEO RICORDO<<

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento