Superstock 1000, il cesenate Lorenzo Savadori dà un calcio alla sfortuna e trionfa a Misano

Il cesenate della Kawasaki del team Pedercini ha conquistato la sua prima gara della stagione nella classe Superstock 1000, dominando sin dalla partenza

Lorenzo Savadori dà un calcio alla sfortuna. Il cesenate della Kawasaki del team Pedercini ha conquistato la sua prima gara della stagione nella classe Superstock 1000, dominando sin dalla partenza. Fin qui, nei tre precedenti appuntamenti, aveva raccolto un secondo posto ad Aragon come miglior risultato, mentre a Imola era stato costretto al ritiro mentre si trovava agevolmente al comando per un problema alla sua Ninja.

Dietro al talento romagnolo si sono piazzati Leandro Mercado (Ducati), che a tre giri dal termine ha approfittato della caduta di Federico Sandi, e Fabio Massei (Ducati). "Sono felice di aver vinto qui davanti ai miei tifosi - ha esordito Savadori -. Dopo esser stato colpito dalla sfortuna nel round di Imola, è arrivata questa vittoria in una pista ostica per noi". Il successo, ha aggiunto il cesenate, è stato inseguito "con caparbietà da tutto il Team Pedercini Racing. Ci voleva. Venerdì abbiamo avuto qualche problemino risolto brillantemente con la consueta coesione d’intervento di una squadra alla quale voglio dedicare questo primo successo stagionale. Il crono registrato sabato in qualifica ad un solo decimo dal record della pista rimarca il potenziale del pacchetto in nostra dotazione che si è dimostrato straordinariamente affidabile anche il giorno seguente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quindi il film della gara: "Sono partito forte acquisendo un buon margine di vantaggio sugli inseguitori, la moto era in condizioni perfette, passo gara ottimale in grado di arginare senza patemi i tentativi di recupero provenienti dalle retrovie. Una affermazione che premia il lavoro di gruppo, del collettivo, di quello che in una parola si chiama team e riapre la caccia al titolo di categoria. Grazie alla Kawasaki, ai miei sponsor, alla mia famiglia ed all’incitamento costante del pubblico di Misano, da pelle d’oca”,  Dopo quattro round, il cesenate è secondo in classifica con 58 punti, a 14 lunghezze di ritardo da Mercado: "Mancano ancora tre gare alla fine (Portimao, Jerez e Magny Cours, ndr). Il campionato è ancora lungo. Ora sono già concentrato per la prossima tappa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento