Sport

Superbike, Savadori commenta la sfortuna di Imola: "Esperienza che aiuta a crescere"

All'indomani della sfortuna gara sulle rive del Santerno nella FIM Cup Superstock 1000, il centauro cesenate ha macinato chilometri in sella alla sua Kawasaki ZX-10R

Un lunedì di lavoro sull’asfalto del circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola per Lorenzo Savadori ed il Team Pedercini Racing. All’indomani della sfortuna gara sulle rive del Santerno nella FIM Cup Superstock 1000, il centauro cesenate ha macinato chilometri in sella alla sua Kawasaki ZX-10R per un planning di test tecnici brillantemente superati dalla scuderia di Volta Mantovana.

La nuova maturità professionale di Savadori si sofferma su una razionale analisi dell’epilogo domenicale: “L’ho presa con filosofia, sono dispiaciuto ma questo è il mondo delle corse dove un inconveniente tecnico può precludere una vittoria ormai in cassaforte. Magari qualcuno lassù mi sta mettendo alla prova per crescere ancora, per rafforzare la scorza davanti alle delusioni. La rottura di una vite della leva del cambio è una fatalità straordinariamente rara, stavo guidando con serenità, senza forzature e con un vantaggio rassicurante".

Scherza Savadori: "Stavo addirittura cominciando a pensare alle dichiarazioni del dopo gara, peccato davvero ma ripartiamo a testa bassa per il riscatto a Misano. Ringrazio tutto il Team Pedercini Racing per il lavoro svolto, i miei sponsor e tutti gli amici che sono arrivati in massa ad Imola per sostenermi”.

Lo sfortunato ritiro imolese relega Savadori al terzo posto in classifica generale di categoria a quota trentatre punti contro i cinquantadue di Mercado ed i quarantacinque di Jezek, alfieri Ducati. Prossimo appuntamento con la FIM Cup Superstock 1000 in programma al Misano Circuit “Marco Simoncelli” nel week end del 20, 21 e 22 giugno.      

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbike, Savadori commenta la sfortuna di Imola: "Esperienza che aiuta a crescere"

CesenaToday è in caricamento