Superbike, Savadori non nasconde il sorriso dopo un venerdì amaro: "Resto fiducioso"

La sua Aprilia RSV4 non ha digerito i sali e scendi dell'Enzo e Dino Ferrari e il responso cronometrico è piuttosto severo: 1'49"844, ad oltre tre secondi dalla miglior prestazione realizzata da uno scatenato Chaz Davies

Foto di Cristiano Frasca, Lorenzo Savadori in azione

Un venerdì decisamente al di sotto delle aspettative. Lorenzo Savadori non nasconde il sorriso nonostante il 19esimo crono nella prima giornata di prove del Gran Premio d'Italia, quinto round del mondiale Superbike. La sua Aprilia RSV4 non ha digerito i sali e scendi dell'Enzo e Dino Ferrari e il responso cronometrico è piuttosto severo: 1'49”844, ad oltre tre secondi dalla miglior prestazione realizzata da uno scatenato Chaz Davies in sella alla Ducati del team Aruba.

PROBLEMI - “Non è andata bene - ammette il pilota di Cesena -. Dobbiamo risolvere delle problematiche importanti che abbiamo al momento. Chiaramente non siamo nelle nostre posizioni e dobbiamo stare più avanti, ma sono fiducioso che per sabato possiamo trovare un giusto compromesso per le qualifiche e la gara”. Nel pomeriggio si sono alzate le temperature, con l'asfalto arrivato a 37°C: “Le condizioni erano buone, perchè gli altri hanno girato forte”.

UN PRIMO BILANCIO - Per Savadori un inizio di stagione difficile, anche per la caduta in Gara 2 in Tailandia che l'ha costretto al forfait ad Aragon: la pagella personale del talento romagnolo, scherza, “non va oltre un 6. Siamo qui perchè vogliamo cercare di arrivare il più in alto possibile chiaramente. Ci vuole del tempo, ma il team Milwaukee ed Aprilia stanno lavorando bene e sono fiducioso”. 

L'ATMOSFERA - Savadori può contare del tifo di casa: “L'atmosfera è bellissima, a me Imola piace sia per il circuito sia per gli appassionati. Mi dà molta carica. Inoltre è la prima gara dove si torna in Italia dopo tanto tempo all'estero. Poi tra un mese ci sarà anche Misano”. L'ex campione della Superstock è conosciuto per la sua forte passione per il Cesena calcio: “Chiaramente dopo la gara si guarda la partita. Non diciamo niente ed incrociamo le dita”. 

LA GIORNATA - Il dominatore del venerdì è stato Davies col crono di 1'46"229, tempo già più rapido del limite stabilito in gara in 1'46"700. La facilità con la quale il pilota della Ducati ha ottenuto a più riprese il miglior tempo lo candida come favorito per la gara: il leader del mondiale Jonathan Rea, più veloce nelle FP1, ha accusato un ritardo di ben 465 millesimi dalla virtuale pole position. Per il gradino più basso del podio la lotta è tra Tom Sykes e Marco Melandri, divisi da appena 66 millesimi. Entrambi hanno comunque "beccato" rispettivamente 896 e 962 millesimi da Davies. Ducati in forma anche con Xavi Fores, quinto con la Panigale R "clienti" del team Barni nonostante una doppia caduta. Bene la Yamaha con Alex Lowes, sesto davanti alla Mv Agusta di Leon Camier. In difficoltà le Aprilia: la migliore è quella del team Ioda Racing di Tati Mercado, ottavo davanti all'ufficiale del team Milwaukee di Eugene Laverty, incappato in una banale caduta alla Variante Alta.

Molti appassionati hanno assistito dalle tribune alle prove libere nonostante il venerdì lavorativo. Punti preferiti la Variante Bassa e la Tosa. Tanta folla anche nel paddock, con la consueta caccia all'autodromo e al selfie con il proprio beniamino. E per le gare, in programma sabato e domenica alle 13, si annuncia una massiccia affluenza di pubblico. Spettatori che potranno inoltre godere degli appuntamenti ospitati nel Paddock Village, allestito alle spalle della tribuna centrale con test drive e animazione. Inoltre al al museo "Checco Costa" dell'autodromo si potrà visitare la mostra "Imola Formula Uno 1963-2006: la storia continua": la rassegna, visitabile fino al 12 giugno, è a cura di Matteo Brusa; organizzata da IF Imola Faenza Tourism Company con Con.Ami, Historic Minardi Day e Crame.

SUPERBIKE A IMOLA: TUTTE LE NOTIZIE

PROVE LIBERE: IL MIGLIOR TEMPO DI DAVIES
SAVADORI COMMENTA IL VENERDI': L'INTERVISTA A CESENATODAY
NON SOLO SUPERBIKE: LA MOSTRA DEDICATA ALLA F1

SUPERSTOCK: TANTI RIMINESI IN PISTA
MELANDRI SENTE L'ARIA DI CASA: UN CASCO SPECIALE

MELANDRI COMMENTA IL VENERDI': "PER IL PODIO SI PUO"
IL LAVORO IN CASA KAWASAKI: PAROLA A REA E SYKES
IL LAVORO IN CASA APRILIA: IL COMMENTO DI LAVERTY
IL LAVORO IN CASA BMW: PAROLA A TORRES E DE ROSA
IL LAVORO IN CASA DUCATI: PAROLA A DAVIES

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento