La prossima "leggenda bianconera" è Ruggiero Rizzitelli, aprì e chiuse la sua carriera al Cesena

Entrato a 14 anni nel settore giovanile del Cesena con cui inizia e chiude la carriera, Rizzitelli è stato il primo giocatore nella storia del club romagnolo ad essere convocato in Nazionale

Leggende Bianconere: è il turno di Ruggiero Rizzitelli. Entrato a 14 anni nel settore giovanile del Cesena con cui inizia e chiude la carriera, Rizzitelli è stato il primo giocatore nella storia del club romagnolo ad essere convocato in Nazionale. E’ lui quindi il nuovo protagonista di “Leggende Bianconere”, il giocatore che ha attraversato tre decadi del calcio italiano per una parentesi che si apre a Cesena a metà degli anni Ottanta e sempre lì si chiude all’alba del nuovo millennio. Stiamo parlando di Ruggiero Rizzitelli. Nato a Margherita di Savoia il 2 settembre 1967, entra nel settore giovanile romagnolo all’età di quattordici anni e vi cresce fino all’esordio nel campionato di serie B avvenuto nella stagione 1985/86. In quella successiva conquista la promozione in serie A dove disputa un campionato in maglia bianconera. Nella massima serie colleziona altre 214 presenze, vestendo le casacche di Roma e Torino. All’inizio della stagione 96/97 si trasferisce in Germania dove accetta la chiamata del Bayern Monaco allora guidato da Giovanni Trapattoni: due stagioni in cui, con undici reti, contribuisce alla vittoria di una Bundesliga e di una Coppa nazionale. Rientrato in Italia, e dopo altri due campionati di serie A nel Piacenza, nel 2000 torna a Cesena per disputare una stagione in serie C1 prima di chiudere la carriera.

E’ stato il primo calciatore nella storia del Cavalluccio convocato in Nazionale dove, sotto la guida di due commissari tecnici romagnoli, Azeglio Vicini e Arrigo Sacchi, colleziona nove presenze e due reti. Nel 1988 prende parte ai Campionati Europei in cui l’Italia chiude al terzo posto. Ruggiero Rizzitelli (che succede a Ceccarelli, Agostini, Cuttone, Cera e Piraccini) assisterà domenica a Cesena-Isernia e nell’intervallo sarà premiato con il Cavalluccio in stampa 3D laser, che riceverà dalle mani del presidente del Cesena FC, Corrado Augusto Patrignani, e da uno dei soci del club, Davide Veglia presidente di Abts. Prima del match l’ex attaccante sarà in chat sulla pagina Instagram @calciocesenafc per rispondere alle domande dei tifosi e raccontare aneddoti legati alla sua carriera.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento