L'Amadori torna a vincere anche in trasferta: Brkic ne fa 18

Termina così sul 62 – 72 un match che, con i rientri degli infortunati, Cesena è riuscita a portarsi a casa con una prova maiuscola e di carattere.

Torna alla vittoria in trasferta la Amadori Cesena e lo fa al termine di una partita vinta grazie al carattere messo in campo nella ripresa dopo un primo tempo chiuso sul 20 – 38. Sugli scudi il capitano, David Brkic, che bissa la splendida prestazione di sette giorni fa e scrive 18, supportato da un immenso Dagnello nel primo tempo e da Raschi, capace di togliere le castagne dal fuoco quando Bernareggio si è avvicinata in chiusura di match. Partenza sorniona per entrambe le squadre con Cesena che ci mette qualche minuto per ingranare, ma quando lo fa mette in campo numeri da capolista. I primi 10 minuti di gioco si reggono sull’ottima difesa romagnola che imbriglia Pagani e Laudoni, mentre dall’altro lato del campo la Amadori arriva al primo mini intervallo son un sontuoso 5/7 dall’arco.

M erito di Dagnello (2/2), Brkic (2/2) e Ferraro (1/1). Cesena vola sulle ali dell’entusiasmo ed il secondo tempo è un arrembaggio arancionero. Poco spazio viene lasciato alle conclusioni di Bernareggio che prova ad insistere troppo sulle soluzioni personale. Cesena gioca invece di squadra e quando Dagnello segna due bombe di fila è già 20 – 38 alla fine del primo tempo. Vantaggio preziosissimo, anzi determinante perché nel secondo tempo Bernareggio mostra la sua faccia migliore, alza i giri motore in difesa e Cesena va in confusione. A 6’49’’ Raschi decide di caricarsi i compagni sulle spalle e segna la bomba del 29 – 44 ripetendosi 2 minuti più tardi per il 37 – 52. Ma Bernareggio non molla e continua ad accorciare. Preziosa la tripla di De Fabritiis d 1’55’’ che rimanda i padroni di casa indietro di 15 punti. La partita prende allora a vivere sui continui tentativi di rientro di Bernareggio e la capacità di Cesena di rintuzzare gli attacchi avversari. Decisiva nel finale l’esperienza del professor Raschi che si procura tiri liberi di fondamentale importanza mentre la Amadori riesce a rimanere a galla grazie alla difesa da prima della classe. Termina così sul 62 – 72 un match che, con i rientri degli infortunati, Cesena è riuscita a portarsi a casa con una prova maiuscola e di carattere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

Torna su
CesenaToday è in caricamento