A Isernia il Cesena rialza la testa, Casadei e Alessandro regalano i tre punti

In Molise i bianconeri tornano alla vittoria dopo l'inattesa sconfitta in casa con la Recanatese

foto repertorio

Un gol per tempo basta al Cesena per battere in trasferta l'Isernia. I bianconeri rialzano la testa dopo l'inattesa sconfitta in casa con la Recanatese. A sbloccare la partita ci pensa Ettore Casadei al 12' del primo tempo, a chiuderla un rigore di Danilo Alessandro al 36' della ripresa. La squadra di Beppe Angelini si presenta in Molise in formazione rimaneggiata. Assenti Biondini, Zamagni, Zammarchi e il bomber Ricciardo. Al seguito circa 150 tifosi arrivati dalla Romagna. L'Isernia è una matricola neopromossa dal campionato di Eccellenza che staziona al 12esimo posto in classifica con 11 punti.

La cronaca

Il Cesena parte subito forte. Al 10' la prima emozione: Ettore Casadei insacca la palla in rete, ma non si può parlare di gol annullato perché il pallone era uscito dal campo prima di essere messo al centro. Passano solo due minuti e la squadra bianconera sblocca la partita. Ancora Casadei raccoglie un cross dalla sinistra e mette in rete con un bel colpo di testa. Il giovane attaccante romagnolo, lo scorso anno 9 reti con la maglia del Romagna Centro, si conferma un "avvoltoio" in area di rigore. Al 25' clamorosa occasione per il Cesena, Di Lonardo devia goffamente sul palo un tiro svirgolato di Campagna. Al 27' si sveglia l'Isernia: bel destro in diagonale di Di Matteo e grande parata di Agliardi, che devia in angolo. Sul finire del primo tempo premono i molisani che sfiorano il pareggio: un super Agliardi neutralizza un quasi autogol di Benassi, poi respinge un tiro ravvicinato di un giocatore dell'Isernia. I bianconeri soffrono ma riescono a chiudere in vantaggio la prima frazione.

Al 13' della ripresa mister Beppe Angelini decide di sostituire Casadei, il marcatore di giornata, con Tola. Grande prestazione per l'attaccante classe '99. Al 24' grande chance per l'Isernia per pareggiare. Di Matteo, lasciato solo in area dai difensori bianconeri, non inquadra la porta di testa da posizione molto favorevole. Al 30' Agliardi ci mette ancora una pezza, su una girata del solito Di Matteo. Dopo lo scampato pericolo il Cesena raddoppia. Capellini entra in area e viene steso da un difensore dell'Isernia. E' un rigore netto che Danilo Alessandro non sbaglia, spiazzando il portiere. Al 36' il Cesena chiude la partita. Una vittoria fondamentale per i bianconeri che salgono a 25 punti in classifica, continuando la caccia al Matelica. L'Isernia resta nei bassifondi della classifica con 11 punti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Il virus si 'conferma', il Cesenate ha i numeri migliori ma prosegue la scia di morti

Torna su
CesenaToday è in caricamento