Sport

Dopo la liberazione si ritorna in trincea

Nemmeno il tempo di resettare l'aritmetica retrocessione in serie b, avvenuta mercoledì 25 aprile contro la Juventus, che il cesena si riaffaccia al campionato, incontrando un inter alla ricerca della zona champion

Nemmeno il tempo di resettare l’aritmetica retrocessione in serie b, avvenuta mercoledì 25 aprile contro la Juventus, che il cesena si riaffaccia al campionato, incontrando un inter alla ricerca della zona champion. Non mancano le motivazioni in casa bianconera. La ricerca della vittoria, che ancora non si vede nel girone di ritorno, pesa come un macigno. Beretta formerà una difesa a 5 cercando di arginare le offensive nerazzure capitanate da un ritrovato Snejder.
 

Come di consueto la lunga lista degli assenti non manca: Colucci, Moras e Rennella sono squalificati, mentre: Calderoni, Del Nero e Martinez sono out per i soliti guai muscolari. Il tecnico quindi si affida alla retroguardia, modulo decisamente a trazione posteriore che vede in campo:
Antonioli, Ceccarelli, Benaluane, Rodriguez, Lauro, Von bergen, Arrigoni, Guana, Parolo, Mutu e Iaquinta. I dubbi di formazione si concentrano su Santana che non è al meglio delle condizioni e sicuramente partirà della panchina.
 
I padroni di casa, con l’insolito “albero di Natale” e rilanciati dalla cura Stramaccioni si schierano con:
Julio Cesar, Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo, Guarin, Cambiasso, Poli, Alvarez, Snejder e Pazzini.
 
Per Beretta, tifoso milanista, sarebbe come vincere un derby, per il popolo bianconero sarebbe come vincere una finale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la liberazione si ritorna in trincea
CesenaToday è in caricamento