Imolese-Cesena, Viali va a caccia della prima vittoria: "E' uno scontro salvezza"

“Siamo in una situazione ancora delicata e dobbiamo essere realisti: ai ragazzi ho detto che domani è uno scontro diretto, dobbiamo fare i conti con la classifica"

Dopo due pareggi, domencia il Cesena andrà a caccia della prima vittoria sotto la gestione Viali. “A dir la verità - esordisce il tecnico nella conferenza stampa della vigilia - avevamo lavorato per vincere anche le partite precedenti ma è stata una questione di episodi a impedircelo. Domani faremo il massimo per portare a casa il bottino pieno ma c’è anche un avversario con cui fare i conti”.

Viali non fa fatica a etichettare la sfida. “Siamo in una situazione ancora delicata e dobbiamo essere realisti: ai ragazzi ho detto che domani è uno scontro diretto, dobbiamo fare i conti con la classifica e non ha senso pensare a quello che potremmo essere o a ciò che potevamo fare di meglio. Dobbiamo fare i conti con la realtà e la classifica dice che domani è uno scontro salvezza. In più, incontriamo una squadra che ha un’anima, crede in quello che fa e lo fa bene. Ecco, chi farà le cose in modo migliore domani vincerà la partita. La determinazione, la fame E la voglia di fare risultato faranno la differenza al di là del divario tecnico che tra l’altro non è così ampio, perché l’Imolese a gennaio ha aggiunto elementi importanti soprattutto in avanti. Ho esaminato le ultime gare dei rossoblu e li ho visti fare sempre ottime prestazioni. Hanno fatto nove punti in sei partite con una sola sconfitta: stanno bene e si vede da come fanno le cose. Insomma, è una squadra pericolosa da affrontare in questo momento anche perché convive da inizio stagione con la sua situazione di classifica”.

Il tecnico dell’Imolese, Gianluca Atzori, ha detto che al Cesena toglierebbe De Feudis, Viali replica così: “Hanno più giocatori forti ma quello che fa saltare il banco è Belcastro: gioca tra le linee, ha colpi, è bravo a trovare la posizione. Ma, lo ripeto, la cosa che mi preoccupa di più è il fatto che hanno un’anima e credono in quello che fanno: questo in serie C determina molto i risultati”.

Il tecnico bianconero non lascia intendere grandi novità nell’undici di partenza di domani: “Sto andando a piccoli passi dopo che, nella prima settimana, ho stravolto tanto ricevendo risposte positive. In questo momento abbiamo costruito una linea che stiamo seguendo e, per continuare a crescere e migliorare, è bene non cambiare molto. Con l’imolese potrei modificare qualcosa ma non tantissimo perché la squadra sta rispondendo bene. In futuro le scelte sui singoli avverranno in base a quello che ci servirà, in base allo stato di forma e all’avversario. Lo Faso? Lui ha grande estro e qualità e, al di là dei numeri, deve giocare dove può determinare il risultato”.

Contro il Padova il Cesena ha mostrato di poter variare spartito a gara in corsa soprattutto in attacco: “Davanti abbiamo provato entrambe le situazioni, con un attaccante e con due: deciderò all’ultimo. In futuro dipenderà dalla partita e dall’avversario”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ultima riflessione è sull’assenza del ritiro pregara vista la ridotta distanza della trasferta: “In serie C è diventata una pratica frequente. Da giocatore mi è capitato di passare anche due settimane in ritiro nei momenti negativi ma da allenatore mi sono reso conto che può essere controproducente. Pensate che ho giocato un play out di andata in programma alle 18, ci siamo presentati al momento della merenda, e abbiamo vinto: era Albinoleffe-Pro Piacenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • "Creativo e perfezionista", ha portato la scarpa di San Mauro in tutto il mondo. Tanti ricordano Sergio Rossi

  • Stroncato da un'emorragia cerebrale, era positivo al Covid: addio all'ingegnere della Soilmec

  • "Un giorno tristissimo", si è spento l'imprenditore dell'ortofrutta Daniele Brunelli

  • Stabile il rallentamento del virus (+12), si piange il 16esimo morto. In provincia oltre 1000 positivi

  • Caffè o spesa con bar e supermercati chiusi, una decina pizzicati dai Carabinieri

Torna su
CesenaToday è in caricamento