menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il nubifragio non ferma la Nove Colli: in condizioni difficili vince Igor Zanetti

È andata in scena domenica la 45ª edizione della Granfondo Nove Colli con 8500 ciclisti al via nonostante le difficili condizioni atmosferiche. Fin dalla partenza la pioggia non ha accompagnato i ciclisti che però non si sono fatti scoraggiare

È andata in scena domenica la 45ª edizione della Granfondo Nove Colli con 8500 ciclisti al via nonostante le difficili condizioni atmosferiche. Fin dalla partenza la pioggia non ha accompagnato i ciclisti che però non si sono fatti scoraggiare affrontando i primi chilometri con il sorriso sulle labbra e tanto entusiasmo. Hanno dato il via alla corsa il presidente della G.C. Fausto Coppi e il sindaco di Cesenatico Roberto Buda. Sempre suggestive le strade di Cesenatico invase dagli atleti e tutta la cittadina che si sveglia lentamente cullata dalla passione di tutti i ciclisti e la loro voglia di affrontare tutte le salite.

Alle ore 6.00 puntualissime la corsa si è messa in moto con in testa Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Roberto Sgalla, direttore della scuola superiore di Polizia e Cristian Zorzi, olimpionico di sci di fondo e ormai abitudinario di questa affascinante Granfondo. La vittoria della 200 chilometri uomini è andata a Igor Zanetti: "Sulla discesa della Ciola ho avuto davvero moltissimo freddo e mi sono ritrovato a tremare come una foglia. Ammetto di aver pensato anche al ritiro per qualche istante, ma poi ho tenuto duro visto che ero davanti e che questa corsa mi piace davvero molto. Arrivati alla volata sapevo di essere il più veloce e sono riuscito a vincere anche se devo fare i complimenti a tutti i miei compagni di fuga perché abbiamo fatto davvero una corsa bellissima".

Sulla stessa distanza ha trionfato per la categoria femminile Claudia Gentili: "Il vero avversario è stato il tempo visto che le condizioni atmosferiche erano davvero sfavorevoli. Sono molto felice di aver vinto, ad un certo punto mi sono ritrovata insieme a molti concorrenti uomini con cui ho fatto gruppo. Ho fatto moltissima fatica anche se ormai sono esperta di questa corsa, la soddisfazione è enorme". Matteo Cipriani ha fatto sua la 130 km uomini: "Pochi giorni fa dissi a mia moglie che non sapevo se sarei mai riuscito a provare un’emozione forte come quella provata lo scorso anno vincendo la Nove Colli: ecco per riuscirci ho dovuto rivincere ancora e la soddisfazione è davvero incredibile. La corsa è stata durissima con così tanta pioggia, non mi era mai capitata una cosa del genere".

Sulla stessa distanza si è imposta per le donne Chiara Ciuffini: "La corsa è stata difficile, devo ammetterlo. Il freddo e l’acqua mi hanno messo davvero a dura prova e infatti al bivio ho deciso di affrontare la corsa più breve perché non me la sentivo di affrontare il percorso lungo". Poco dopo le 18:30, sulla linea d’arrivo del lungomare Carducci di Cesenatico si sono tenute due cerimonie del tutto inattese. Premio speciale Technogym al più giovane partecipante che ha concluso la ?Nove Colli 2015?, nel percorso lungo da 210km. Giuseppe Giannoccaro nato il 15 aprile 1996 a Bari ha ricevuto come premio un Group Cycle ?Technogym? ed è stato premiato sul podio dal presidente della Fausto Coppi Alessandro Spada. Alle 18:43 ha tagliato il traguardo l’ultimo arrivato della granfondo, Micael Brecx un medico 43enne di Anversa. Il belga è stato accolto e premiato sul podio a suon di musica e prodotti tipici insieme a tutti i volontari presenti.
 
"Portare la nave in porto quest’anno non è stato facile viste le difficili condizioni atmosferiche - ha affermato Spada -. Siamo contenti che tutto sia andato per il meglio e che siano partiti così tanti corridori. Faccio moltissimi complimenti a tutti quelli che hanno partecipato, io ho seguito la corsa in macchina e devo dire che l’acqua è stata molta. Quello che conta più di tutto è lo spirito e in questo tutti i partecipanti sono stati super. Vorrei ringraziare Carabinieri, Polizia, il Comune di Cesenatico, la Provincia di Forlì-Cesena, la Regione tutti i nostri fantastici volontari"

GLI ORDINI DI ARRIVO
 
Ordine d’arrivo 200 km UOMINI
1. Igor Zanetti (Cannondale-Gobbi-Fsa), tempo: 06:11:44.49, media: 33, 09.
2. Hubert Krys (Asd La Bagarre-Ciclistica Lucchese), tempo: 06:11:45. 21, media: 33,09
3. Andrea Gallo (Pedala Sport Canale), tempo: 06:11:45.46, media: 33,09.
 
Ordine d’arrivo 200 km DONNE
Claudia Gentili (Team Giletti), tempo: 06:43:18.96, media: 30,50.
Maria Cristina Prati (Team del Capitano Asd), tempo: 07:00:22.22, media: 29,26.
Stefania Lovati (Gs Sportissimo Top Level), tempo: 07:11:06.65, media: 28, 53.
 
Ordine d’arrivo 130 km UOMINI
Matteo Cipriani (Infinity Cycling Team Asd), tempo: 03:42:42.11, media: 35, 02.
Leonardo Viglione (Asd Team Ucsa), tempo: 03:45:46.40, media: 34, 55.
Michele Cartocci (Cavallino Specialized), tempo: 03:48:27.02, media: 34, 14.
 
Ordine d’arrivo 130 km DONNE
Chiara Ciuffini (Infinity cycling Team Asd), tempo: 04:01:50.81, media: 32, 25.
Serena Gazzini (Carraro Team Trentino-Alè), tempo: 04:10:36.74, media: 31, 12.
Olga Cappiello (Team De Rosa Santini), tempo: 04:13:30.01, media: 30, 77.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento