Il Matelica chiude tra le polemiche: "Noi i vincitori morali di questo campionato"

Il presidente dei marchigiani: "Se al momento dell’iscrizione avessi saputo che il Cesena era nel nostro girone, non avrei nemmeno iscritto la squadra"

Il presidente del Matelica Mauro Canil (foto Facebook S.S. Matelica calcio)

Non arriva sicuramente un esempio di sportività dal Matelica, che ha lottato fino all'ultima giornata, ad armi pari, con Il Cesena. Molto polemico l'allenatore dei marchigiani Luca Tiozzo dopo l'1-1 con l'Isernia: "So cha a Cesena non saranno d'accordo, ma noi siamo i vincitori morali del campionato. Oggi è stato un pareggio scontato a Giulianova, noi abbiamo dominato la partita ma le decisioni dell'arbitro anche oggi ci hanno penalizzato. Anche quest'anno abbiamo fatto delle cose incredibili, anche contro l'Isernia volevamo vincere a tutti i costi".

La cronaca di Real Giulianova-Cesena

Ancora più polemico a fine gara il presidente del Matelica Mauro Canil: "Se al momento dell’iscrizione avessi saputo che il Cesena era nel nostro girone, non avrei nemmeno iscritto la squadra. Il campionato era già deciso da inizio stagione, durante l'anno abbiamo assistito a cose assurde da parte di quelle persone vestite di giallo che sono venute ad arbitrare. Il vero vincitore del campionato è il Matelica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Bar e ristoranti a Cesena non aprono, ma la protesta è simbolica e con stile: "Ci hanno abbandonato"

Torna su
CesenaToday è in caricamento