Il Cesena Rugby cede di misura al Forlì

Il derby della sesta giornata di serie C Elite tra Cesena e Forlì non ha disatteso le aspettative regalando ai tifosi una partita forse non troppo bella ma sicuramente emozionante

Il derby della sesta giornata di serie C Elite tra Cesena e Forlì non ha disatteso le aspettative regalando ai tifosi una partita forse non troppo bella ma sicuramente emozionante e col risultato sempre in bilico. Domenica 11 novembre, all’Inferno Monti di Forlì, i bianconeri cedono di misura alla formazione locale 20-16. La prima occasione è dei padroni di casa che al 2′ falliscono un calcio di punizione da posizione centrale.

L’apertura bianconera è più precisa e ai minuti 5 e 16 porta i suoi avanti 6-0 realizzando due calci piazzati. Al 22′ il centro Roganti lascia il Cesena in 14 per dieci minuti e subito il Forlì ne approfitta andando a marcare la prima meta della partita. La trasformazione viene realizzata e i biancorossi si portano così in vantaggio 7-6. Il Cesena non ci sta e al 32′ pareggia il conto delle mete col numero 8 Bernabini riportandosi in vantaggio 11-7. Negli ultimi cinque minuti del primo tempo il Forlì ribalta la situazione e con un calcio piazzato e una meta trasformata chiude la prima frazione di gara in vantaggio 17-11.

Nella ripresa il Forlì rimane per due volte in inferiorità numerica per cartellino giallo, ma il Cesena non ne approfitta e non porta a casa nessun punto, anzi è il Forlì che al 25′ allunga 20-11 con un calcio piazzato. I bianconeri però non demordono e vogliono riaprire la partita. Ci riescono al 35′ ancora con Bernabini che va a schiacciare l’ovale in meta  firmando così la sua doppietta personale. Medri non trasforma e il punteggio rimane fermo sul 20-16. Negli ultimi dieci minuti la partita è aperta più che mai con il Forlì che vuole chiudere la partita (fallito un calcio piazzato al 37′) e il Cesena che cerca in tutti modi la meta della vittoria, ma l’arbitro fischia la fine e i padroni di casa hanno la meglio 20-16.

Il Cesena Rugby si deve accontentare del punto di bonus che fa salire a quattro le lunghezze di distanza dalla zona retrocessione e permette ai bianconeri di rimanere vicino alle squadre di centro classifica.

Rugby Forlì – Cesena Rugby 20-16 (primo tempo: 17-11; mete: 2-2)

Formazione Cesena: 15. Fiori, 14. Passerini, 13. Tullio, 12. Roganti, 11. Magnani, 10. Medri, 9. Forgetta, 8. Bernabini, 7. Lucchi, 6. Severi, 5. Aleotti, 4. Sgarzi, 3. Cantoni A., 2. Angelini, 1. Cantoni C. A disposizione: Baldazza, Casadei, Cappelli, Giampreti L., Giampreti A., Nakvas, Guidi. Allenatore: Gardini.

Marcatori.
Primo tempo: 5′ cp Medri (0-3), 16′ cp Medri (0-6), 26′ meta trasformata Forlì (7-6), 32′ meta Bernabini (7-11), 37′ cp Forlì (10-11), 40′ meta trasformata Forlì (17-11).
Secondo tempo: 25′ cp Forlì (20-11), 35′ meta Bernabini (20-16).

Altri incontri della Serie C Elite:
Rugby Jesi 70 – Rugby Bologna 1928 29-3
Unione Rugby San Benedetto – Cus Siena Rugby 17-10
Rugby Parma 1931 S.C – Città di Castello Rugby 24-7
Rugby Terni – Firenze Rugby 1931 31-0
Turno di riposo per Imola Rugby.

Classifica:
Rugby Parma 1931 S.C (28), Rugby Terni (19), Rugby Jesi 70 (18), Rugby Bologna 1928, Imola Rugby, Unione Rugby San Benedetto (14), Forlì Rugby (12), Cus Siena Rugby (11), Cesena Rugby (9), Firenze Rugby 1931 (5), Città di Castello Rugby (0).


Colpaccio dell'Under20 Nera a San Benedetto

Domenica, nello stadio di San Benedetto del Tronto, per la quarta giornata del campionato U.20 del girone marche, sono scese in campo la formazione locale contro il Cesena Rugby Nero. Si prevedeva un incontro duro e le attese non sono state smentite. I marchigiani partono forte e con i loro trequarti mettono subito in difficoltà i cesenati che dopo 15′ si trovano sotto 10 a 0. La partita sembra propendere per una facile vittoria dei rosso-blu che invece commettono l’errore di metterla sul piano fisico e sullo scontro duro.

I bianconeri non si tirano indietro e trovatisi in superiorità numerica per un’espulsione temporanea, sancita giustamente dall’arbitro dopo l’ennesima scorrettezza di un avversario, e caricati dal capitano Paganelli in ottima
giornata e riciclato a centro per via delle numerose assenze, cambiano marcia e iniziano a pressare in ogni parte del campo il San Benedetto che non riesce più a produrre gioco trovandosi schiacciato nella propria metà campo. Prima Paganelli accorcia le distanze oltrepassando di forza la linea difensiva avversaria e deponendo l’ovale in mezzo ai pali (trasforma Bersani) per il 10 a 7, poi al 30′ è Manuzi che realizza la seconda meta romagnola per il sorpasso (10 a 12).

Il secondo tempo inizia con i marchigiani decisi a riprendere in mano la partita, ma il nervosismo li porta a commettere falli antisportivi e l’arbitro è costretto ad espellere temporaneamente un altro giocatore. Ormai è il Cesena a fare la partita, i marchigiani poche volte entrano nei ventidue cesenati e quando nel finale l’ennesimo giocatore rosso-blu viene espulso, questa volta in via definitiva, Bernacci, entrato in campo seppur infortunato in sostituzione di Borghetti uscito per un colpo ricevuto, dopo un’azione prolungata nei ventidue avversari realizza la terza meta per il 10 a 17. Nel finale il tentativo di rimonta del San Benedetto si infrange contro un Cesena finalmente conscio delle proprie potenzialità, che ha disputato probabilmente la partita più bella e impegnativa giocata finora in campionato. Se nei prossimi incontri i ragazzi di Ievolella e Gutierrez manterranno l’intensità e la voglia di vincere vista oggi in campo potranno sicuramente togliersi belle soddisfazioni.

Con questo importante risultato il Cesena Rugby Nero supera proprio il San Benedetto in classifica raggiungendone la vetta, vista l’inaspettata sconfitta casalinga del Pesaro contro Macerata.

Meritano un elogio particolare i ragazzi che hanno seguito la squadra in trasferta anche sapendo di non poter giocare per infortuni o motivazioni varie, a dimostrazione dell’attaccamento alla maglia che indossano e di grande spirito di squadra.

La pausa del prossimo week-end permetterà il recupero degli infortunati che hanno costretto i bianconeri ad una panchina molto corta e a schierare alcuni giocatori in ruoli non troppo consoni alle loro caratteristiche.
Domenica 25 novembre scenderà in campo la sola “formazione nera”, impegnata nel girone Marchigiano, sul campo di casa contro l’Amatori Rugby Ascoli. I tifosi sono invitati a sostenere i propri giovani alle ore 12,30.

L’U20 Bianca cade a Pieve di Cento

Quinta giornata di campionato per la formazione “Bianca” del Cesena Rugby U20 che non può nulla contro il Magi Art Rugby e cede col netto punteggio di 60-0. Partita da subito difficile quella giocata domenica 11 novembre sul campo di Pieve di Cento. Dopo appena 50 secondi i padroni di casa passano in vantaggio segnando la prima della dieci mete realizzate. Magi Art che mette in difficoltà i bianconeri con un intelligente gioco al piede e riuscendo a creare troppe volte superiorità numerica nello spazio aperto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo nel secondo tempo il Cesena riesce ad arginare meglio le sortite avversarie riuscendo anche a creare qualche bella azione offensiva, ma è troppo poco il tempo trascorso nella meta campo avversaria e i punti non arrivano. Il Cesena Bianco, quindi, non riesce a dare continuità alla vittoria di domenica scorsa a Castel San Pietro. Ora il campionato U20 girone 2 si ferma e il Cesena Rugby Bianco ha tutto il tempo per ricaricare le batterie e rifarsi al rientro in campo di domenica 2 dicembre in casa contro l’Imola.

L’Under 14 sbanca Alfonsine

Grandissima prestazione del Cesena Rugby U14. Domenica i piccoli guerrieri bianconeri hanno affrontato un altro concentramento contro la formazione locale dell’Alfonsine Rugby e i blasonati atleti del Pieve di Cento. Nel primo match contro il Pieve, sotto una battente pioggia, i ragazzi di Salvi sono entrati in campo concentrati, consapevoli del valore degli avversari che si trovavano di fronte, giocando una partita praticamente perfetta. Superiorità nella spinta, superiorità nel contendersi le palle in ruck, superiorità nell’uno contro uno e in velocità. Un Cesena devastante, infatti il punteggio finale parla chiaro: un secco 43 a 7 che non lascia dubbi. Mai in discussione il risultato finale, grazie a un Cesena che guadagna metri come un rullo compressore, per poi far partire la cavalleria leggera per portare l’ovale in meta. I marcatori sono Belletti, Maroncelli (2), Colonna, Righi (2) e Costantini. Incrementano il punteggio con i calci di trasformazione i soliti cecchini Pincio Enrico e Alessandro.

Più combattuta la seconda partita con i padroni di casa dell’Alfonsine che entrano in campo più freschi fisicamente e  più determinati. Il Cesena riesce comunque ad andare subito in meta, poi però un leggero calo fisico porta l’Alfonsine sul pari 7 a 7. Addirittura rischiano il vantaggio i padroni di casa quando un loro giocatore penetra nella difesa bianconera e solitario arriva in area di meta ma, quando gli basterebbe solo appoggiare il pallone a terra per segnare, arriva Righi a piombare come un falco scaraventandolo fuori dall’area di meta. A questo punto arriva la reazione del Cesena che comincia a martellare furiosamente la difesa avversaria portandosi sul 22 a 7. I marcatori sono Colonna, Righi (2) e Costantini. Giornata davvero esaltante per i ragazzi di Salvi e Magnani che riscattano la sconfitta di Rimini rimediata domenica scorsa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento