Giovedì, 16 Settembre 2021
Sport

Il Cesena interessa in Italia e all'estero, l'assemblea dei soci: perdita dimezzata e niente campagna abbonamenti

Chiesto ai soci di prevedere un intervento straordinario di ripianamento della perdita riferita alle ultime due stagioni

Nel pomeriggio di lunedì nella Club House dell’Orogel Stadium Dino Manuzzi, si è tenuta l’assemblea dei soci di Holding CFC SpA, la prima della stagione 2021/22. Ad aprire l’ordine del giorno è stata la discussione del bilancio 2020/21 della controllata Cesena FC.

Rispetto alla precedente riunione del 16 aprile scorso, in cui era stata formulata la previsione di un deficit di 400.000 euro, la perdita dell’esercizio chiuso al 30 giugno si attesterà attorno alla metà, in ragione delle misure di ristoro attese dalla Lega Pro e grazie agli interventi dei soci che hanno permesso di abbattere in parte gli effetti della pandemia. 

Seppure l’attuale normativa consenta di riportare il risultato negativo nel nuovo esercizio, il consiglio di amministrazione, nell’ottica di conservare la solidità aziendale e di non intaccare il capitale sociale, ha chiesto ai soci di prevedere un intervento straordinario di ripianamento della perdita riferita alle ultime due stagioni: la decisione da parte dell’assemblea verrà resa nota in occasione dell’approvazione definitiva del bilancio che avverrà entro il prossimo 31 ottobre.

Al fine di agevolare tale ripianamento è stato deliberato di dare immediato corso alla cessione al valore nominale del 16% delle azioni di Cesena FC, attualmente detenuto da Accademia Calcio Cesena Asd, in favore di Holding CFC SpA che assume pertanto il controllo totale di Cesena FC.

In vista della nuova stagione che si è ufficialmente aperta l’1 luglio e che da questa settimana vedrà la prima squadra del Cesena iniziare la preparazione estiva, il consiglio di amministrazione ha provveduto a predisporre un sintetico budget previsionale. Pur permanendo vari elementi di incertezza, rispetto al precedente bilancio il budget tornerà a prevedere un ricavo alla voce rappresentata dalle entrate dal botteghino, alla luce del possibile ritorno del pubblico degli stadi. A tal proposito, dal momento che gli ingressi saranno contingentati (nella misura di un 25% della capienza degli impianti, secondo quanto si apprende da fonti di stampa) l’assemblea ha deliberato che non verrà dato corso alla tradizionale campagna abbonamenti la quale non permetterebbe di accontentare le innumerevoli richieste. I tagliandi a disposizione verranno pertanto messi in vendita partita per partita al fine di dare la possibilità a tutti i tifosi bianconeri di tornare all’Orogel Stadium a sostenere da vicino la propria squadra.

Il Consiglio di amministrazione ha infine aggiornato la compagine dei soci sulle più recenti manifestazioni di interesse all’acquisizione delle quote del Cesena FC, arrivate da interlocutori italiani ed esteri, e sul loro stato di avanzamento. A questo proposito è stato chiesto all’assemblea un pieno mandato esplorativo al fine di approfondire tali opportunità e valutarne la loro concretezza nell’ottica di garantire al club un futuro ancora più ambizioso e all’altezza della sua storia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cesena interessa in Italia e all'estero, l'assemblea dei soci: perdita dimezzata e niente campagna abbonamenti

CesenaToday è in caricamento