Il Cesena in casa del fanalino di coda: "I nuovi arrivi ci hanno migliorato"

Mister Angelini esclude problemi fisici: “Da quel punto di vista non abbiamo problemi anche se le nostre gare richiedono un dispendio di energie nervose e fisiche superiore alle altre"

Dopo aver superato il Notaresco, una delle prime della classe, il Cesena è atteso dal Castelfidardo, fanalino di coda, ma mister Beppe Angelini mette in guardia sulle insidie della sfida. “Solo sulla carta più abbordabile di altre - mette le mani avanti -. Primo perché ho visto il Castelfidardo giocare bene contro la Vastese e poi ci sono anche altre incognite: la terza gara in otto giorni, le assenze di Valeri e De Feudis, Biondini non ancora al cento per cento. Sicuramente noi siamo più forti e con  nuovi arrivi siamo ulteriormente migliorati”. Ecco, i nuovi: il tecnico bianconero spiega cosa portano di diverso e come cambia la sua squadra: “Sono giocatori che conoscevamo già, sono in condizione e dunque utilizzabili sin da subito: devono solo entrare in un meccanismo di gioco per loro nuovo. Marfella può stare sia a destra che a sinistra, Rutjens ci porta più centimetri là dietro. Adesso dobbiamo imparare ad usare più armi, ma in parte lo stiamo già facendo: Fortunato ci permette di impensierire l’avversario anche centralmente e Tortori sta facendo bene a destra”.

Mister Angelini esclude problemi fisici: “Da quel punto di vista non abbiamo problemi anche se le nostre gare richiedono un dispendio di energie nervose e fisiche superiore alle altre. La necessità di vincere sempre ci spinge a portare tanti giocatori in attacco e per questo siamo meno capaci di gestire. Per  fare un gioco diverso, attendere e ripartire, dovremmo cambiare gli interpreti”.

In chiusura, alcune indicazioni sulle novità in formazione: “L’impiego di Marfella  è il più logico: ha al fianco giocatori esperti che possono aiutarlo, anche se dovrà imparare a dare al ruolo un’interpretazione diversa da quella a cui era abituato. Biondini? Parlerò con lui e decidiamo  insieme se partire dall’inizio o no. Fisicamente Davide è pronto, i migliori dati atletici sono i suoi e, da quando è rientrato, ha portato maggiore intensità in allenamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento