Il Cesena abbraccia Mutu: "Dobbiamo fare meglio di anno scorso"

"Oggi presento un giocatore che si presenta da solo". Esordisce così Igor Campedelli dopo aver stretto la mano ad Adrian Mutu che da giovedì è ufficialmente in bianconero con il numero 10.

“Oggi presento un giocatore che si presenta da solo”. Esordisce così Igor Campedelli dopo aver stretto la mano ad Adrian Mutu che da giovedì è ufficialmente in bianconero con il numero 10. Il neo acquisto pare avere le idee chiare sul futuro della squadra e gli obiettivi: “Non mi piace parlare di salvezza ma neanche di Coppa Uefa. Dobbiamo fare meglio dell’anno scorso”. Scontato l’appoggio delle centinaia di tifosi che hanno salutato il fuoriclasse dagli spalti del Manuzzi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
 
Sembra proprio che tra Campedelli e Mutu ci sia feeling. Sicuramente nel presidente non manca la stima nel neo acquisto che corteggia già da diversi mesi. “La società chiede ad Adrian di far crescere la squadra e di consigliare anche per quanto riguarda i più giovani. Ha caratteristiche innate per aiutare la crescita del Cesena”.
 
Si sà quando si parla di Mutu la riflessione è sia dentro che fuori dal campo ma il numero 10 si destreggia con arguzia. “A Cesena potrei migliorare anche come persona grazie alle responsabilità che mi dà la squadra” ha dichiarato prima di illustrare la sua ricetta per evitare di “salvarsi per fortuna”. Gli ingredienti sono: “Convinzione, gioco di squadra e responsabilità”.
 
La carta vincente di Campedelli, quella che ha fatto sì che Adrian passasse in bianconero, è stata “la sua ambizione, l’ottenere ciò che vuole”. I giocatori che Mutu ha già avuto modo di apprezzare nella passata stagione ci sono: Giaccherini, Parolo e Jimenez. “E’ un peccato che se ne sia andato” ha detto Mutu riferendosi al cileno.
 
Tornando a Mutu non si può dire che non sappia sfornare delle frasi perfette per la stampa. Per descrivere la passata stagione del Cesena in A ha detto: “Il Cesena gioca bene con il sole”. Pensandoci non ha tutti i torti. 
 
In definitiva quello che traspare dal primo incontro con il giocatore è che il suo sguardo è tutto proiettato verso un futuro in bianco e nero. Poche, infatti, le parole nei confronti di Della Valle. “Dopo un po’ di anni bisogna cambiare aria - ha detto Mutu - Il Cesena ha un progetto e voglio contribuire alla costruzione di una squadra importante”.
 
L’ultima parola è del presidente che ha descritto così le logiche del calciomercato che sta portando avanti la società: “Vogliamo una squadra numericamente più ridotta ma con una qualità più elevata rispetto la precedente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento