Sport

Il basket scalda i motori con la Supercoppa Centenario: i rinnovati Tigers contro Imola

La pallacanestro prova a scaldare i motori con la Supercoppa Centenario, una manifestazione voluta da Lega Nazionale Pallacanestro in vista dell’avvio del primo campionato in era Covid

Mentre la pandemia cerca di alzare la testa e l’uomo prova a metterci del suo imponendo 200 posti massimo, senza vincolare il distanziamento alla capienza effettiva dei palasport, la pallacanestro prova a scaldare i motori con la Supercoppa Centenario, una manifestazione voluta da Lega Nazionale Pallacanestro in vista dell’avvio del primo campionato in era Covid, per quello post-Covid evidentemente ancora c’è da attendere un pochino. 

In questo contesto, parole di coach Di Lorenzo, il parquet, il cronometro, l’agonismo e una partita vera sono quanto di più opportuno per cercare di isolarsi da tutto il resto e concentrarsi nella costruzione della squadra. Già, costruzione. Perché quella che si appresta a scendere in campo domani al PalaRuggi, per l’inedito Imola – Cesena di Supercoppa, è a tutti gli effetti un cantiere aperto. Squadra profondamente rinnovata e dunque con tanti meccanismi da ricostruire, prima ancora che da oliare, i Tigers si presentano al cospetto della Andrea Costa con solamente 3 elementi dello scorso anno: Trapani, Battisti e Chiappelli. Oltra a questo, in campo si vedrà presumibilmente anche una certa differenza di preparazione, con gli imolesi di coach Moretti avvantaggiati da poco più di una mesata di lavoro in più rispetto ai bianconeri. 

Non che questo rappresenti un problema, almeno secondo la nuova ala tigrata Giacomo Dell’Agnello che, a margine dello scrimmage del PalaGalassi contro l’Unieuro, sontuosa doppia cifra per lui, asserisce che dove non arriveranno le gambe contro Imola, ci si arriverà con la grinta. E di grinta quest’anno Cesena ce ne ha da vendere, con tanti giovani, età media 24-25 anni, capaci e soprattutto vogliosi di dimostrare qualcosa, a partire dalla chioccia della squadra, Stefano Borsato, tirato a lucido e che proprio sui legni del PalaRuggi, in amichevole, ha dato dimostrazione di cosa potersi aspettare da lui quest’anno: spettacolo! Sarà infatti una squadra molto divertente, a giudicare dalle prime uscite, quella assemblata da coach Di Lorenzo ed il direttore generale Stefano Palazzi, che promette di correre molto e di difendere con tanto sacrificio e tanta intensità. Caratteristiche queste che vanno però coltivate nel tempo, col lavoro quotidiano. Quanto a Imola, stando a quanto visto nello scrimmage di un paio di settimane fa, oltre a Fultz e Sgorbati, assenti in amichevole, coach Di Lorenzo dovrà preparare qualcosa di specifico su Jacopo Preti, ala tenace e solida sotto canestro, ma con una mano educatissima dall’arco dei 6,75. Palla a due fissata dunque per domenica 11 ottobre alle ore 18:00 al PalaRuggi. Arbitrano Vittori e Lanciotti. Il match verrà trasmetto in diretta streaming su YouTube accedendo dal link https://youtu.be/568MYWfhM6M o dalla pagina Facebook Tigers Cesena Telecronaca e produzione a cura dell’area comunicazione Tigers Cesena. 

 La Formula della Supercoppa Centenario, per la prima fase di qualificazione della Serie B, prevede incontri di sola andata all’interno di 16 gironi da 4 squadre a carattere regionale. Cesena è inserita nel girone G con le romagnole Imola, Faenza e Rimini. Unico incontro casalingo per i bianconeri sarà quello contro Faenza il 18 ottobre, presso il Palazzetto dello Sport di Cervia. La prima classificata, al termine delle 3 giornate di qualificazione, affronterà la prima del girone H, composto da Jesi, Senigallia, Ancona e Montegranaro. Chi vince lo scontro diretto, in partita unica, in casa dello meglio qualificata, accede alle Final Eight di Supercoppa che si disputeranno la settimana prima dell’inizio del campionato. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il basket scalda i motori con la Supercoppa Centenario: i rinnovati Tigers contro Imola

CesenaToday è in caricamento