menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gymnastic Romagna Team, coach Germani: "A Siena Migliorare i 224 punti di Ancona"

Dopo due settimane di intenso lavoro mentale, il coach del Gymnastic Romagna Team fiducioso per Siena: “Ai ragazzi chiedo solo serenità e convinzione nei loro mezzi”

L’obiettivo è chiaro: migliorare il 9° posto di Ancona e, soprattutto, i 224.250 punti del debutto “che - ripete coach Germani - rappresentano una soglia molto al di sotto delle nostre reali potenzialità”. 

Lasciati alle spalle i dubbi dell’esordio, si riparte da una certezza: “Ad Ancona - spiega il tecnico - abbiamo capito che in questa categoria possiamo starci tranquillamente. A Siena basterà che ogni atleta faccia quello che sa fare per mettere al sicuro la salvezza”.

Purtroppo, anche nella seconda tappa, sarà indisponibile Gabriele Tisselli, un’assenza che obbligherà, ancora una volta, molti atleti agli straordinari. La formazione dunque sarà la stessa di Ancona (“Anche volendo - precisa Germani - non ho alternative”), ma l’incognita più grande sarà, ancora una volta, il pericolo Covid: “Ci sono formazioni che si trovano in isolamento e dunque non potranno partecipare alla gara - spiega il tecnico del Gymnastic Romagna Team - e non è detto che poi riescano a rientrare nella terza e conclusiva giornata. Altre formazioni, penso a Modena ad esempio, si presenteranno a Siena decimate o comunque senza atleti titolari. Questo, come immaginavamo, stravolgerà i valori tecnici in gara. Per quanto ci riguarda, i nostri fino a sabato scorso erano tutti negativi e mi sono straraccomandato con tutti di prestare la massima attenzione, evitando ogni minimo rischio. Avere in squadra un positivo oggi vorrebbe dire non solo saltare l’appuntamento di domenica, ma anche pregiudicare l’intera stagione. Ecco perché, con questi scenari, per noi diventa fondamentale riuscire a fare la gara di Siena e, ovviamente, farla nel miglior modo possibile”. 

Sul piano tecnico - a parte l’assenza di Tisselli - la squadra sta bene e, in questi giorni, coach Germani ha lavorato soprattutto sul piano mentale per scongiurare la sequela di imperfezioni che ha un po’ appannato il debutto di Ancona: “Le ramanzine non servono - spiega - perché so che i ragazzi sono i primi che vorrebbero non sbagliare mai. Ho cercato piuttosto di fare un lavoro di stabilità negli esercizi, concentrandomi in particolare sulle uscite, per far aumentare la loro convinzione e far capire a tutti che certi esercizi sono ampiamente nelle loro corde. Anche se non avevo alternative, rispetto ad Ancona non ho voluto cambiare nulla proprio per dare solidità mentale ai ragazzi in un periodo in cui, per colpa del Covid, vivono una situazione emotiva certamente non facile”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento