Giovedì, 29 Luglio 2021
Sport

Gira tutto male e il sussulto finale non basta, un Cesena incerottato cade a Trieste

Seconda sconfitta consecutiva per il Cesena di Viali, che cede 2-1 al “Nereo Rocco” di Trieste

Foto Facebook Triestina calcio

Seconda sconfitta consecutiva per il Cesena, che cede 2-1 al “Nereo Rocco” di Trieste. Nonostante le numerose assenze, gli ospiti approcciano bene la gara, cercando di fare la partita e sfiorando la rete al 2’ con Capanni. Un episodio però porta avanti i friulani: Tonetto commette fallo su Petrella appena dentro l’area, e Gomez spiazza Nardi dal dischetto. I bianconeri provano a rendersi pericolosi, ma la mancanza di Bortolussi si sente: la seconda rete del match la trovano ancora i padroni di casa al 62’, tra le proteste del Cesena per la battuta, nell’azione del gol, di una punizione col pallone in movimento. A tagliare letteralmente le gambe al Cavalluccio è Maddaloni, che 7’ più tardi lascia i suoi compagni in 10. Dopo una tripla chance per il 3-0 biancorosso, Collocolo segna al 93’, ma non basta per trovare almeno un punto. La reazione è attesa per mercoledì sera, quando alle 20:30 il Perugia farà visita al “Dino Manuzzi”.

Viali boccia l'arbitro

Con una rosa decimata da infortuni e positività al Covid, Viali rispolvera un po’ a sorpresa Nicola Capellini dal 1’ al posto di Ardizzone, davanti tridente “leggero” con tre esterni (Borello, Zecca e Capanni), niente fiducia all’unica punta di ruolo disponibile, il sammarinese Nanni, ancora a secco di partite da titolare. Debutta invece Tonetto, vista la squalifica di Favale. Al secondo minuto Capanni dal vertice sinistro dell’area di rigore punta Tartaglia, si accentra e fa partire il destro che si spegne di poco alla sinistra di Valentini. Avvio di personalità del Cavalluccio, che vuole fare la partita. Al 6’ Lambrughi entra in maniera scomposta su Longo, beccandosi il primo cartellino giallo del match. Quattro minuti più tardi viene ammonito anche Maddaloni, che abbatte Maracchi in mezzo al campo. Alla mezz’ora viene assegnato un rigore alla Triestina, per un fallo di Tonetto su Petrella. Gomez apre il destro e spiazza Nardi, portando avanti i padroni di casa. Si chiude 1-0 la prima frazione di gioco, Cesena che accusa la mancanza di un punto di riferimento al centro dell’attacco.

Dopo 4’ di ripresa Borello col mancino, dal limite dell’area, spaventa Valentini ma apre troppo. L’autore della rete del vantaggio triestino viene ammonito al 53’ per simulazione in area di rigore. Un minuto più tardi Giorico falcia Capellini, provvedimento disciplinare anche per lui. Al 58’ Zappella e Nanni rilevano Tonetto e Capellini. Gran gol di Petrella, che scarica il sinistro sotto l’incrocio alla sinistra di Nardi appena dentro l’area di rigore: protestano gli ospiti, perché la punizione che ha assisto Petrella era stata battuta col pallone in movimento. Viene ammonito William Viali. Rosso diretto al minuto 69 per Maddaloni, per un colpo ingenuo a palla lontana. Con questo episodio gli ospiti sono alle corde, sfiorano il tris i padroni di casa al 92’ dopo un miracolo di Nardi e la traversa sulla ribattuta, ma un minuto più tardi Collocolo, imbucato in area, la riapre clamorosamente. Sessanta secondi di speranze per il Cesena, ma non arriva il miracoloso pareggio: si chiude 2-1. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gira tutto male e il sussulto finale non basta, un Cesena incerottato cade a Trieste

CesenaToday è in caricamento