Lunedì, 2 Agosto 2021
Sport

"Giocatori con esperienza nella categoria", il Cesena presenta Gonnelli e Steffè

"Esperienza nella categoria e caratteristiche per essere importanti, funzionali al progetto tecnico” così il ds Zebi presenta gli ultimi due colpi del calciomercato"

“Giocatori con esperienza nella categoria e caratteristiche per essere importanti, funzionali al progetto tecnico” così il ds Zebi presenta gli ultimi due colpi del calciomercato cesenate, ovvero Demetrio Steffè e Lorenzo Gonnelli. L’ex Triestina, che ha firmato per un anno, con prolungamento di un’ulteriore stagione al raggiungimento delle 25 presenze, è già entusiasta dei nuovi compagni: “Sono arrivato martedì e non potevo trovare un gruppo migliore di questo. Tutti mi hanno accolto come un fratello da subito, questo mi ha fatto capire che qui c’è qualcosa di importante. Il ritmo degli allenamenti è alto e ci può far fare la differenza”.

Riguardo l’ultima sconfitta contro la FeralpiSalò: “Sul 2-2 loro erano abbastanza chiusi, forse eravamo troppo convinti delle nostre qualità e stavamo pensando più di andare a vincerla. Eravamo troppo concentrati sul portarla a casa rispetto al ‘forse va bene anche un pareggio’, perché comunque alla fine eravamo andati due volte sotto. Dobbiamo essere sul pezzo per tutti i 95 minuti, come avevamo fatto a Perugia”. Questa la giusta ricetta secondo Steffè: “Ogni giorno in allenamento devi fare quel qualcosa in più per stare meglio la domenica e ottenere sempre il risultato migliore. Qua c’è gente giovane che cerca di affermarsi, non il contratto o il prestito. La fame di ottenere sia singolarmente che a livello di gruppo qualcosa di più è la cosa importante”.

Così si presenta invece Lorenzo Gonnelli: “Sono un ragazzo pulito, sincero e a cui nessuno a livello calcistico ha regalato niente. Mi sono sempre conquistato tutto da solo. Ho voglia di mettermi in gioco, altrimenti non sarei venuto via da Livorno”. Dopo ben sei anni, Gonnelli lascia definitivamente la toscana, casa sua, per Cesena: “Sono arrivato a 21 anni, era l’anno della retrocessione dalla Serie A (2014, ndr). Sicuramente i giocatori d’esperienza mi hanno trasmesso qualcosa che spero di trasmettere anche io a questi ragazzi che sono sulla buona strada, un gruppo giovane con voglia di fare”.

Anche Gonnelli dice la sua sull’ultimo match, senza condannare la difesa a zona: “Perdere così fa male, qualcosa da aggiustare c’è. Dei quattro gol presi domenica, due sono arrivati da calcio piazzato. Da oggi in poi cercheremo di non ripetere più questi errori. Due anni fa a Livorno in Serie B marcavamo a uomo e ogni domenica prendevamo gol su calcio piazzato. Siamo poi passati a questa difesa, a zona, e non prendevamo più gol”.  Rispetto a Livorno, il difensore ritrova un ambiente caldo: “Ho parlato con Rosaia che era qua l’anno scorso quando era già tutto fatto, perché la storia del Cesena parla da sé, lui mi ha detto di venire perché sarei stato bene e perché ci sono voglia e fame di calcio. Questo purtroppo manca a casa mia, Livorno. Quest’anno lo stadio era vuoto anche prima del Covid”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giocatori con esperienza nella categoria", il Cesena presenta Gonnelli e Steffè

CesenaToday è in caricamento