menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ginnastica artistica, la Renato Serra parte col botto: splendido podio ad Ancona

Al debutto del campionato di serie B le neo-promosse cesenati si arrendono solo alla Ginnastica Heaven di Roma

Si parte con un secondo posto da sogno perché - considerando lo status di neo-promossa e gli acciacchi di qualche ginnasta - se la tappa di esordio di Ancona doveva dare delle risposte, quelle risposte sono arrivate. Eccome.  Due punti e spiccioli dal primo posto dove sale la Ginnastica Heaven di Roma (144.400), ma i margini di crescita sono enormi e dunque il futuro sembra tutto dalla parte della Us Renato Serra che, con un punteggio globale di 142.350, relega al terzo posto il P.G.S. Auxilium (140.350). Considerando le condizioni precarie di qualche big e il debutto assoluto di Carolina Carlucci, la coppia Gallina-Candoli può essere più che soddisfatta. 

La gara, come ogni debutto, ha oscillato tra prestazioni eccellenti e qualche sbavatura.  Questa la sequenza degli esercizi: per Veronica Mauro subito un corpo libero “pulito”, senza incertezze, che le vale un buon 11.450. Più o meno sugli stessi livelli Alice Linguerri (11.50) con una coreografia elegante e tre ottime diagonali (la prima, in particolare, con un doppio raccolto magistralmente eseguito). In pedana Chiara Barzasi fa subito scintille con un ottimo 12.750, strameritato per il doppio raccolto in diagonale ed un impeccabile triplo avvitamento. Si temeva un pizzico di emozione e invece Carolina Carlucci - 12enne di Diologuardia - esegue con freddezza un corpo libero semplice ma molto pulito che le permette di conquistare un brillante 10.850. 

Al volteggio subito lo show di Chiara Barzasi che regala un esemplare yurchenko avvitato che le vale 13.200. Su ottimi livelli anche Alice Linguerri: per lei un lineare yurchenko carpiato e un 11.850 sul display. Stesso copione per Carolina Carlucci che esegue un salto di geometrica precisione e porta a casa un 12.100. Chiude Veronica Mauri con uno thukahara teso che, per potenza e precisione, le vale un ottimo 12.100. 

Alle parallele Elisa Agosti paga l’infortunio al piede ma strappa comunque un 11.300 che serve alla causa ma che, al top della forma, potrà certamente migliorare. Sugli stessi livelli Chiara Barzasi che “sporca” leggermente l’esercizio ma contabilizza un buon 11.700. Da applausi infine le parallele di Alice Linguerri che sceglie un esercizio meno elaborato ma eseguito in maniera impeccabile e aggiunge al bottino della Us Renato Serra un prezioso 11.850. Gran finale con Giada Maraldi che, con la forza dell’esperienza e della sua proverbiale eleganza, ottiene un punteggio di 10.950. 

Infine la trave, con la performance da cineteca di Chiara Barzasi che strappa applausi ed un eccezionale 13.450. Spiccano i due flick + salto, un elemento di grande difficoltà che, di solito, si vede solo in contesti di altissimo livello tecnico. Ottima anche la trave di Veronica Mauri, peccato solo per la caduta nell’entrata che le toglie un punto (10.50). Prosegue anche Elisa Agosti che esegue una trave complessa ma con qualche sbavatura e si porta a casa un 10.450. Chiusura con Alice Linguerri che tornava sui 4 attrezzi dopo 3 anni. Per lei, tra mille attenuanti, una trave con cadute che la penalizza nel punteggio (8.900).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento