menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Genoa travolgente, si complica il cammino salvezza del Cesena

La squadra di Mimmo Di Carlo non è riuscita nell'impresa di espugnare lo stadio Marassi, capitolando per 3-1 contro il Genoa

Si complica la corsa salvezza del Cesena, complice anche il 2-2 dell'Atalanta contro l'Empoli. La squadra di Mimmo Di Carlo non è riuscita nell'impresa di espugnare lo stadio Marassi, capitolando per 3-1 contro il Genoa. A sbloccare il risultato al 38' un colpo di testa di Bertolacci su assist dalla sinistra di uno degli uomini più temuti alla vigilia dall'allenatore bianconero, Perotti. L'asso argentino si è poi procurato e trasformato, spiazzando Agliardi, il rigore del raddoppio rossoblu. Nel secondo tempo Pavoletti ha subito calato il tris. Poi il gol della bandiera di Carbonero.

BRIENZA DAL PRIMO MINUTO - Di Carlo ha recuperato all'ultimo Brienza, schierandolo alle spalle delle punte Djuric e Defrel nel consueto 4-3-1-2. Mister Gasperini ha replicato con il 3-4-3. Primo tempo travolgente dei padroni di casa, già vicini al gol dopo appena 13 minuti. Miracoloso l'intervento di Agliardi, ancora una volta preferito a Leali, su conclusione ravvicinata di Falque. Immediata la risposta dei bianconeri, con un rasoterra di Carbonero neutralizzato senza problemi da Perin.

ASSEDIO GENOANO - Al 17' Pavoletti si divora la palla dell'1-0, mandando in tribuna un prezioso assist di Perotti. Un giro di lancette più tardi ancora Falque pericolossimo, questa volta con un tiro a giro che si è spento di poco alto sopra la traversa. Al 21' ci ha provato dalla distanza Roncaglia, senza impensierire l'estremo difensore bianconero. Al 25' lampo di orgoglio romagnolo, ancora una volta con una conclusione di Carbonero, che si è spenta fuori alla destra della porta.

UNO-DUE LETALE - Dopo due botte dalla distanza al 30 e al 35' (su quest'ultima ancora una volta pregevole l'intervento di Agliardi), Bertolacci ha trovato il gol del meritato vantaggio rossoblu con un'incornata su assist di Perotti. Incassato l'1-0, il Cesena si è subito catapultato in avanti alla ricerca dell'1-1 (prima con Carbonero e poi con Djuric), ma sul finale di primo tempo Perotti si è conquistato il rigore del 2-0 (fallo di Nica).

SECONDO TEMPO - Non è cambiato il copione della partita nei restanti 45 minuti. Il Genoa ha calato il tris al 53', con Pavoletti che ha deviato in rete il cross di De Maio. Cinque minuti più tardi i padroni di casa hanno sfiorato il 4-0 con una conclusione dalla distanza di Kucka dal limite dell'area di rigore, di poco fuori. Ma il Cesena non ha mollato. E come a Verona, Carbonero ha trovato il gol della speranza, con un bolide dalla distanza imparabile per Perin. Questa volta però sono mancate le occasioni per agguantare il pari.

MERCOLEDI' L'ATALANTA - Quando mancano sei giornate alla fine del campionato, recuperare 8 punti all'Atalanta sembra un'impresa piuttosto ardua. Fondamentale sarà il prossimo turno, mercoledì sera, quando i bianconeri ospiteranno al Manuzzi i diretti avversari nella corsa salvezza. Al triplice fischio si potranno stabilire le sorti del Cavaluccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento