menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La beffa arriva al 95esimo: il Cesena cade a Foggia in pieno recupero

Il primo tempo ha visto il Cesena subìre la fisicità della squadra di Giovanni Stroppa, vicinissima al gol nella stessa azione al 16' con Deli prima ed Agnelli poi, ma trovare quasi a sorpresa la rete del vantaggio

Quando il punto sembrava messo in cassaforte è arrivato il gol beffa al 95'. Il Cesena di mister Fabrizio Castori è capitolato 2-1. Il primo tempo ha visto la squadra subìre la fisicità della squadra di Giovanni Stroppa, vicinissima al gol nella stessa azione al 16' con Deli prima ed Agnelli poi, ma trovare quasi a sorpresa la rete del vantaggio con una ripartenza conclusa al meglio da Laribi. Ad inizio ripresa i padroni di casa trovano subito il pari con Agnelli. Poi sostanziale equilibrio fino al gol al 95'.

GUARDA IL VIDEO - I gol e le azioni salienti del match di ieri sera

Primo tempo

Castori si affida al 4-4-2, con Vita e Laribi esterni a supporto dell'inedito duo offensivo composto da Dalmonte e Moncini complice l'assenze di Jallow (squalifica) Cacia (infortunio). Collaudato 3-5-2 per il Foggia, con Duhamel terminale d'attacco insieme Mazzeno. I padroni partono subito forte, ma la prima conclusione da annotare sul taccuino è bianconera al sesto minuto, con destro dalla distanza di Schiavone che si spegne alta sopra la traversa. Rispondono al nono i rossoneri con un sinistro dal limite di Duhamel, smorzato da Scognamiglio e facile preda di Fulignati. Un giro di lancette più tardi ancora Foggia in attacco con una conclusione di Kragl deviata in angolo da Suagher.

Al 16' la squadra di Stroppa sfiora il gol con tre occasioni in pochi secondi: Deli, ben servito da Fedato, calcia verso la porta, ma la sfera viene respinta sulla linea; subito dopo ci prova Agnelli, ma il tiro viene neutralizzato dalla difesa con Fulignati battuto: il pallone finisce sui piedi di Kragl che calcia fuori da posizione defilata. Orfano di Jallow il Cesena fatica ad essere incisivo in attacco. Serve un lampo di Laribi per scuotere i bianconeri: minuto 27, il centrocampista offensiva vede il portiere Guarna fuori dai pali ed inventa un tiro alla Maradona da centrocampo, ma il numero 5 non inquadra lo specchio della porta.

Al 29' Fedato ci prova con un velleitario tiro dai 25 centimetri che non impensierisce la difesa romagnola. Un minuto più tardi un errore della difesa pugliese dà il via ad una pericolosa azione della squadra di Castori: Tonucci sbaglia un lancio dalla difesa, ne approfitta Moncini che serve al centro Laribi, conclusione che sorvola la traversa. Al 38' Agnelli chiama dal limite, Fulignati risponde con una bella parata, deviando in angolo un tiro rasoterra. Il Cesena alza il baricentro in avanti e prima di andare al riposo trova il gol su una ripartenza di Dalmonte capitalizzata al meglio da Laribi con un destro a fin di palo.

Secondo tempo

Si torna in campo e il Foggia ristabilisce subito la parità con un'incornata di Agnelli su cross dalla sinistra di Kragl, vero trascinatore dei rossoneri nelle ultime sfide. Al 51' padroni di casa vicini al 2-1: Duhamel dalla sinistra crossa basso per Mazzeo, ma Fulignati toglie con le mani la sfera diretta all'attaccante. Al 60' punizione di Schiavone che finisce tra le braccia di Guarna. Sette minuti più tardi ancora Cesena avanti con una conclusione di Laribi di poco sopra la traversa. Negli ultimi minuti regna l'equilibrio, con entrambe le squadre alla ricerca del gol. All'83 Deli da fuori area ci prova con un piatto destro, ma l'idea è da dimenticare. Al 95' Foggia con Mazzeo che ha sfruttato al meglio un rimpallo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento